Come Aprire un Negozio: Cosa Serve e Quanto Costa
Come Aprire un Negozio: Cosa Serve e Quanto Costa

Come Aprire un Negozio: Cosa Serve e Quanto Costa

Le regole su come aprire un negozio variano in base al tipo di attività commerciale che si vuole intraprendere. È importante sapere esattamente cosa fare e cosa serve per avviare l'attività. Vediamo insieme come farlo al meglio.

Cosa fare per aprire un negozio

Il primo passo per aprire un'attività commerciale di vendita al dettaglio è scegliere quale tipologia di negozio aprire. In particolare, un negozio può essere fisico oppure online. Il negozio fisico consente ai clienti di visitare il punto vendita per scegliere i prodotti e i servizi da acquistare. Il negozio online, invece, è un punto di riferimento sempre accessibile su internet. Non è escluso che un negozio fisico abbia anche un sito di vendita online. In genere, tuttavia, agli inizi si parte con un solo tipo di negozio per valutare la riuscita del progetto.

Un modo tipico per aprire un negozio è il franchising. Si tratta di un accordo con cui un imprenditore permette ad un affiliato di utilizzare la propria formula commerciale per vendere beni o servizi in un punto vendita. Aprire un franchising permette agli affiliati di avviare un'attività di vendita di qualsiasi tipo con un piccolo investimento. Infatti, l'affiliato potrà sfruttare un brand e un format già avviato, impegnandosi in genere a rivendere i prodotti dell'imprenditore.

Un passaggio fondamentale per avviare un negozio di qualsiasi tipo è individuare la forma giuridica con cui l'attività viene svolta. È possibile avviare un'attività personale (ditta individuale) oppure una società (SRL, SRLS o SPA). La ditta individuale consente di risparmiare sugli adempimenti iniziali e sulle tasse, ma non consente di coinvolgere altri soci nell'attività. La società comporta più spese, ma consente di creare un soggetto giuridico diverso dal titolare, limitare la propria responsabilità e condividere il progetto con più soci.

come aprire un negozio

Gli adempimenti per l'apertura

Gli adempimenti principali per un negozio sono comuni sia se apri una ditta individuale sia una società. In particolare, per iniziare serve aprire una partita IVA, iscriversi al registro delle imprese e presentare la segnalazione certificata SCIA. Inoltre, dopo questi passaggi servirà registrarsi all'INPS e aprire una posizione INAIL se si vogliono assumere dipendenti. Oggi è possibile ottenere tutto ciò che serve per aprire un negozio con un’unica procedura tramite il servizio telematico ComUnica.

Per aprire un esercizio commerciale sono richiesti anche dei requisitimorali”. In particolare, non possono aprire un negozio:

  • i delinquenti abituali, professionali o per tendenza
  • coloro che hanno riportato una condanna definitiva a una pena detentiva non inferiore a tre anni
  • i condannati in via definitiva per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, rapina, delitti contro la persona commessi con violenza, estorsione
  • i condannati in via definitiva per reati contro l’igiene e la sanità pubblica
  • coloro che hanno riportato due o più condanne, nel quinquennio precedente all’inizio dell’esercizio dell’attività, per delitti di frode nella preparazione e nel commercio degli alimenti previsti da leggi speciali
  • (solo per i ristoratori) coloro che sono stati condannati in via definitiva per reati contro la moralità pubblica e il buon costume, per delitti commessi in stato di ubriachezza o in stato di intossicazione da stupefacenti, per reati concernenti la prevenzione dell’alcolismo, le sostanze stupefacenti, etc.

Gli altri requisiti specifici in base al tipo di attività

Per alcune tipologie di negozi, come quelli del settore alimentare, sono necessari ulteriori adempimenti. In particolare, è necessario avere un certificato HACCP in corso di validità. Si tratta di un documento che attesta di avere le conoscenze sulla prevenzione dei rischi derivanti dal trattamento e dalla vendita di prodotti alimentari. L'HACCP non va confuso con l'attestato SAB (somministrazione alimenti e bevande) anche questo richiesto in questo settore. Tuttavia, mentre il SAB è obbligatorio solo per il titolare, l'HACCP è richiesto a tutti gli addetti (es. cuochi, camerieri, etc.).

Un altro requisito necessario per i soli negozi fisici è l’agibilità dei locali. Si tratta di una certificazione che viene effettuata dal Comune sulla base di requisiti del locale. Ad esempio, il numero delle finestre, l’impianto di areazione, l’accesso ai servizi igienici, etc. 
Inoltre, è necessario che la destinazione d’uso che risulta al catasto sia idonea alla vendita al dettaglio. Ad esempio, un magazzino non può essere usato come punto vendita se prima non viene cambiata la destinazione d’uso.

Uno degli adempimenti aggiuntivi previsti in passato era quello della licenza commerciale. Oggi, questa licenza non esiste più. Per i piccoli esercizi commerciali (fino a 250 m2 nei comuni con oltre 10.000 abitanti) la licenza è stata sostituita dalla SCIA. Invece, per i punti vendita di media o grande dimensione i singoli Comuni possono prevedere requisiti aggiuntivi. È consigliato rivolgersi direttamente al Comune di riferimento per conoscere eventuali requisiti specifici.

Quanto costa aprire un negozio

costi per aprire un negozio variano in base alla forma giuridica e al tipo di impresa commerciale. Per le attività personali bisogna sostenere tutti i costi per la ditta individuale. Le principali spese riguardano l'iscrizione alla camera di commercio e al registro delle imprese e che ha un costo complessivo di circa €200 e la SCIA che ha un costo variabile in base all'attività svolta (da €50 a €1.000 circa). Nel caso della società, invece, bisognerà sostenere anche i costi per la costituzione di una SRL (circa €1.500) oppure i costi per una SRLS (circa €400).

A prescindere dal tipo di negozio aperto, è necessario considerare i costi per il commercialista. Infatti, in genere, i negozianti affidano ad un professionista il compito di preparare la dichiarazione dei redditi e di svolgere tutti gli adempimenti fiscali (es. registrazione dei scontrini e delle entrate e uscite). Il costo del commercialista può variare molto in base alla città e al regime fiscale applicato. Inoltre, i costi contabili di una ditta individuale sono molto più bassi di quelli di una società.

Oltre ai costi finora descritti, per un negozio fisico sono previsti costi aggiuntivi. In particolare, un commerciante che svolge la propria attività in una sede fisica sarà soggetto ai costi di locazione per l'affitto del locale e di un'eventuale magazzino. A queste spese vanno poi aggiunte quelle per la gestione della cassa e degli addetti alla vendita (es. stipendi per commessi e cassieri). 

Inoltre, per quanto riguarda i negozi nel settore alimentare sono previste spese ulteriori. In particolare, il certificato HACCP comporta costi di circa €40 per gli addetti di 1° livello (es. cameriere), di circa €50 per gli addetti di 2° livello (es. cuoco, pasticciere) e di circa €150 per il titolare del negozio. Invece, l'attestato SAB ha un costo medio che varia da €300 a €600, ma va fatto solo dal titolare.

Cosa cambia per un negozio online

Per aprire un negozio online sono previsti gli stessi requisiti e adempimenti di un punto vendita fisico. In particolare, sono necessari tutti passaggi principali: dall'apertura della partita IVA all'iscrizione del registro delle imprese e SCIA. Infatti, il business online è un'attività commerciale a tutti gli effetti svolta, però, su un sito internet.

Questo tipo di negozio ha molti vantaggi. Infatti, prevede costi ridotti e una gestione più flessibile. Un'attività online non comporta costi di affitto per i punti vendita, né costi per gli stipendi di cassieri e commessi. Spesso, è possibile risparmiare anche sulla logistica e sui costi di gestione, aprendo un negozio online senza un magazzino (dropshipping). Inoltre, il business online consente di avere un'organizzazione più snella e avviare l'attività con il solo aiuto del proprio computer.

Per vendere online nel rispetto della legge, devono essere pubblicati sul proprio sito web o sull’app alcuni documenti informativi:

  • Condizioni generali di vendita: per regolare il funzionamento della vendita online con il cliente e adempiere gli obblighi di legge in materia di diritto di recesso, garanzia dei prodotti, spedizione, consegna, etc.
  • Privacy policy del sito web: per far conoscere agli utenti le modalità di utilizzo dei loro dati personali
  • Cookie policy: per informare gli utenti dei cookie che verranno salvati sul loro browser.

Inoltre, devono essere riportati tutti i dati obbligatori per un sito web come il numero della partita IVA e tutte le informazioni richieste per la ditta individuale come il numero di repertorio economico amministrativo (REA).

Creare un'attività commerciale con LexDo.it

Con LexDo.it puoi avviare la tua attività commerciale, fisica o online, in modo semplice e veloce. È incluso anche il nostro supporto legale completo per qualsiasi esigenza durante la vita del tuo negozio (es. assunzione di personale, contratti, registrazione del marchio, etc.). A seconda della forma giuridica scelta, puoi:

  • Aprire la tua partita IVA online, iscrivere la tua ditta individuale al registro delle imprese col supporto di avvocati esperti e di un professionista che si occuperà di tutti gli adempimenti contabili e fiscali
  • Costituire la tua SRL con l'assistenza di un notaio e di avvocati esperti al tuo fianco che ti seguiranno per redigere l'atto costitutivo e lo statuto

In caso di dubbio sulla forma giuridica più corretta per il tuo business, potrai chiedere la guida di un avvocato esperto che ti aiuterà nella scelta di quale attività aprire per il tuo caso. Si tratta di un servizio incluso nei piani di LexDo.it.

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.
La tua Nuova Attività
Con il nostro servizio online apri una nuova attività in modo semplice e veloce. Include il supporto legale di avvocati esperti per 1 anno per qualsiasi necessità
INIZIA ORA GRATISINIZIA ORA GRATIS
Supporto legale completo
Guida semplice e veloce
Scopri come aprire la tua attività
Scopri come aprire la tua attività
Supporto legale completo
Guida semplice e veloce
INIZIA ORA GRATISINIZIA ORA GRATIS
INIZIA ORA GRATISINIZIA ORA GRATIS