Informazioni su questo Documento Legale

sempre aggiornato da avvocati
3-9-2019
Ultimo Aggiornamento
modello a norma in pochi minuti
4 Minuti
Creazione semplice e veloce
supporto fino alla firma con tutti gli adempimenti legali
Supporto fino alla firma
Guida adempimenti successivi
Cos'è il Contratto Estimatorio (Conto Vendita)

Il Contratto Estimatorio (Conto Vendita) è l'accordo con cui una parte consegna uno o più beni ad un'altra allo scopo di venderli a terzi. Il rivenditore pagherà il prezzo della merce in conto vendita solo nel caso in cui riuscirà a venderla entro una certa data. In caso contrario dovrà restituire i prodotti al fornitore.

La particolarità del contratto di conto vendita è che esso non trasferisce la proprietà dei beni al rivenditore finale, ma concede solo la loro disponibilità, caratteristica che comporta vantaggi sia al fornitore sia al rivenditore finale:

  • il fornitore in conto vendita può consegnare i propri prodotti a più rivenditori, che saranno invogliati a riceverli non dovendosi assumere rischi sull'invenduto, e di disporre così di una distribuzione capillare sul territorio
  • il rivenditore può rifornirsi di un vasto assortimento di prodotti, senza correre alcun rischio sulla merce invenduta, consentendogli di gestire in modo efficiente il magazzino.

Come funziona il conto vendita

Con un contratto estimatorio i prodotti vengono consegnati dal fornitore al rivenditore che potrà metterli in vendita senza acquisirne la proprietà e senza dover pagare subito la merce. Solo quando i prodotti verranno venduti al cliente finale la proprietà verrà trasferita al cliente finale e il rivenditore dovrà pagare il fornitore.

Il contratto di conto vendita stabilisce un termine entro cui i prodotti possono essere venduti. Dopo questo termine, il rivenditore dovrà restituire i prodotti invenduti senza pagare alcun prezzo. Nel caso in cui il rivenditore non restituisse tali beni entro il termine pattuito, sarà costretto a pagarne il prezzo al fornitore come se li avesse venduti.

Anche se il rivenditore non è proprietario della merce, è responsabile in caso di deterioramento o perimento dei prodotti consegnati e in giacenza presso i suoi locali (art. 1557 c.c.). In caso di danni, furti o manomissioni ai prodotti, anche per causa non imputabile al rivenditore, egli avrà comunque l'obbligo di pagare il prezzo dei prodotti danneggiati o persi.

Un esempio di come funziona il conto vendita è un negozio che espone i prodotti di un piccolo artigiano. Il negoziante ha la piena disponibilità dei prodotti fino a quanto questi non vengono venduti al cliente finale. In caso di vendita, il negozio incasserà il prezzo finale e pagherà all'artigiano il prezzo di fornitura pattuito, mentre se la merce non sarà venduta sarà restituita all'artigiano.

Quando si usa il contratto di conto vendita

Il contratto di conto vendita viene utilizzato per regolare i rapporti commerciali tra fornitore e rivenditore per moltissime tipologie di prodotti, come alimenti, giornali e riviste, abbigliamento, accessori, gioielli, ecc. Può essere utilizzato sia da grandi realtà come grossi distributori o grossisti sia da privati, piccoli imprenditori o artigiani.

Il contratto estimatorio è spesso usato anche per la vendita online. Ad esempio, per rifornire i magazzini di negozi ecommerce che desiderano offrire grandi varietà di prodotti limitando i costi della merce.

È possibile anche utilizzare il conto vendita per prevedere un esclusiva a vantaggio di una delle parti o di entrambe. Il fornitore può richiedere al rivenditore di vendere solo i suoi prodotti e, viceversa, il rivenditore in esclusiva può chiedere al fornitore di essere l'unico a poter commercializzare i suoi prodotti.

Se, invece, il fornitore non vuole distribuire i suoi prodotti in conto vendita tramite terzi rivenditori, ma vuole replicare la sua formula commerciale e far aprire esercizi commerciali con suo marchio, si dovrà utilizzare il contratto di franchising.

Cosa contiene il contratto estimatorio

Il nostro contratto estimatorio soddisfa tutti i requisiti legali. Le principali clausole incluse riguardano:

  • Prodotti: la descrizione dei prodotti in conto vendita consegnati dal proprietario al rivenditore
  • Esclusiva: possibilità di scegliere tra un'esclusiva a favore del fornitore, del rivenditore o di entrambi
  • Durata: la scelta tra contratto a tempo indeterminato o determinato
  • Restituzione dei prodotti: modalità e tempistiche di restituzione dei prodotti invenduti o difettosi
  • Prodotti difettosi: regole di gestione dei prodotti che presentano vizi
  • Risoluzione del contratto: previsione dei casi e delle modalità con cui le parti possono interrompere il rapporto

Al termine dell'intervista, ti guideremo passo per passo attraverso tutti gli adempimenti successivi necessari per stipulare correttamente il tuo contratto di conto vendita.

Informazioni necessarie

Per completare il documento sono necessari i dati delle parti e di uno o più prodotti da vendere.

Ricorda che la nostra intervista non genera un semplice fac simile di contratto estimatorio. Sulla base delle tue risposte il sistema elabora automaticamente un modello di contratto personalizzato per le tue esigenze garantendone la correttezza legale.

Il documento può essere modificato in ogni sua parte. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione tutte le informazioni durante l’intervista, potrai sempre inserirle in un secondo momento.

Altri nomi

  • Contratto in conto estimatorio
  • Contratto in conto deposito
  • Contratto in conto vendita
  • Contratto in conto visione

Altri documenti utili