Informazioni su questo Documento Legale

11-1-2017
Ultimo Aggiornamento
5 Minuti
Creazione semplice e veloce
Supporto fino alla firma
Guida adempimenti successivi

Cos’è il contratto di prestito tra privati - Introduzione

Il contratto di prestito tra privati (o altrimenti definito finanziamento o mutuo) è l'accordo in base al quale un soggetto (persona fisica o società, ente, etc.) trasferisce una somma di denaro ad un altro soggetto che si obbliga a restituirla.

Il prestito tra privati è consentito dalla legge solo se consiste in un'attività occasionale e temporanea e non sia riconducibile a un'attività sistematica che possa essere configurata come raccolta di pubblico risparmio e comportare così l'esercizio abusivo del credito.

Quando si usa il prestito o finanziamento tra privati

Il contratto di prestito tra privati è molto utilizzato per ottenere velocemente le somme di denaro necessarie per far fronte a una spesa imprevista, ad un investimento, o a qualsiasi altro impegno finanziario.

Il contratto di mutuo tra privati può essere utilizzato sia tra familiari o conviventi che tra amici o conoscenti. Anche una società può erogare od ottenere un prestito da qualsiasi soggetto (socio o non socio).

Poichè spesso le somme prestate sono di lieve entità o vengono erogate da familiari o amici, si tende a non stipulare un contratto di prestito in forma scritta, ma ci si limita ad un accordo verbale. In tal caso si deve fare molta attenzione. Infatti, in caso si debba agire in giudizio per ottenere la restituzione del denaro prestato o in caso di accertamento fiscale si deve fornire la prova della stipulazione del contratto di prestito, della consegna del denaro, nonché la prova della pattuizione del diritto alla restituzione dell'importo, specie nell'ambito dei rapporti familiari.
Prove quest’ultime che possono essere assicurate solo esibendo un contratto di prestito sottoscritto dalle parti.

Inoltre solo con il contratto redatto per iscritto si possono disciplinare le modalità di restituzione (in unica soluzione o mediante rate), le garanzie a tutela di chi presta il denaro (come fidejussioni, cambiali, etc.), gli interessi (facendo attenzione al tasso usuraio).

Cosa contiene il contratto di prestito

Il nostro contratto di prestito soddisfa tutti i requisiti legali sopra descritti. Le principali clausole riguardano:

  • motivo del prestito: la destinazione dei soldi prestati;
  • tempi e le modalità di restituzione: è possibile indicare se la restituzione debba avvenire con una o più rate;
  • interessi: se previsti, non devono essere superiori alla soglia del tasso usuraio (ti indicheremo come verificare se il vostro tasso di interesse sia considerarsi usuraio);
  • garanzia: se prevista, è a tutela di chi ha concesso il prestito (le garanzie utilizzate maggiormente in questo tipo di rapporti sono: fidejussioni, cambiali, pegni, etc.).

Inoltre dopo l'acquisto ti guideremo passo per passo attraverso tutti gli adempimenti successivi necessari affinchè il tuo contratto di finanziamento sia regolarmente formato.

Informazioni necessarie

Per completare il documento sono necessari i dati identificativi delle parti, e se previsto, i dati della garanzia che si vuole richiedere.

Il documento può essere modificato gratuitamente in ogni sua parte fino a 1 mese dopo l'acquisto. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione tutte le informazioni durante l’intervista, potrai sempre inserirle in un secondo momento.

Altri nomi

  • contratto di finanziamento
  • contratto di mutuo

Documenti collegati