Informazioni su questo Documento Legale

30-6-2017
Ultimo Aggiornamento
4 Minuti
Creazione semplice e veloce
Supporto fino alla firma
Guida adempimenti successivi
Cos’è il contratto di locazione ad uso abitativo - Introduzione

Il contratto di locazione ad uso abitativo è un accordo con il quale una parte (il locatore) mette a disposizione dell’altra (il conduttore o "inquilino") un immobile da usare come abitazione per un determinato periodo e dietro pagamento di una somma di denaro, definita canone, oltre ad altra somma corrispondente alle spese condominiali gravanti sull’immobile.

La locazione non deve essere confusa con l’affitto, anche se spesso così viene erroneamente chiamata. L'affitto infatti ha come oggetto un bene mobile o immobile produttivo (come ad esempio un terreno coltivato, o un azienda).

Quando si usa la locazione abitativa

Questo contratto di locazione viene usato quando una persona fisica cerca un immobile da abitare, eventualmente con la propria famiglia, non potendo o volendo comprarlo.

L’immobile deve essere destinabile all’uso abitativo, nel senso che deve avere caratteristiche tali da consentire la permanenza stabile di persone al suo interno.

La durata non può essere inferiore ai 4 anni. Tuttavia, è possibile concedere al conduttore la possibilità di recedere in qualsiasi momento (ad es. accordo di 4 anni, ma dopo 2 anni l'inquilino recede per andare a vivere in un'altra città).
Inoltre, si parla in genere di locazione 4+4 perchè allo scadere del quarto anno il contratto si rinnova automaticamente per altri 4 anni. Il locatore ha però facoltà di diniego del rinnovo, comunicando, nei casi previsti dalla legge, tale sua decisione al conduttore con almeno sei mesi di preavviso.

Cosa contiene il contratto

Il nostro contratto di locazione abitativa soddisfa tutti i requisiti legali. Le principali clausole incluse riguardano:

  • L'oggetto: la descrizione dell’immobile con gli identificativi catastali
  • La cedolare secca: consiste nella possibilità di scegliere, in presenza di determinati requisiti, un regime fiscale di tassazione in misura fissa sostitutiva di quella ordinaria per scaglioni di reddito
  • Il canone: indicazione dell’importo da corrispondere per il godimento dell’immobile (normalmente indicato in un importo annuale con pagamento frazionato in rate anticipate)
  • La durata: minima di 4 anni, rinnovati salvo diniego di ulteriori 4 anni (per questa ragione viene definito 4+4)
  • I mobili inclusi: se l'immobile è arredato, è possibile allegare una lista di tutti i mobili inclusi nella locazione
  • Il recesso: possibilità per il locatore di concedere al conduttore il diritto di sciogliersi dal contratto prima della sua naturale scadenza
  • La garanzia: il locatore può chiedere al conduttore (detto anche inquilino) una somma di denaro da versare al momento della stipula a garanzia di eventuali danni all’immobile

Inoltre dopo l'acquisto ti guideremo passo per passo attraverso tutti gli adempimenti successivi necessari affinchè il tuo contratto di locazione sia regolarmente predisposto e registrato.

Informazioni necessarie

Per completare il contratto sono necessari i dati anagrafici del locatore e del conduttore. Inoltre è necessario disporre degli estremi catastali dell’immobile (durante l'intervista, gli aiuti ti spiegheranno dove trovare le informazioni di cui hai bisogno).

Per procedere con la locazione, l'immobile deve essere munito dell'Attestazione di Prestazione Energetica. Nella lista degli adempimenti successivi ti indicheremo come ottenerla se non la possiedi.

Il documento può essere modificato gratuitamente in ogni sua parte fino a 1 mese dopo l'acquisto. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione tutte le informazioni durante l’intervista, potrai sempre inserirle in un secondo momento.

Altri nomi

Altri documenti utili

CREA IL TUO DOCUMENTOCREA IL TUO DOCUMENTO