Aprire un Centro Scommesse: Cosa Serve e Costi

Aprire un Centro Scommesse: Cosa Serve e Costi

Aprire un centro scommesse è un business che sta crescendo molto negli ultimi tempi. Ogni giorno, infatti, ci sono migliaia di eventi (sportivi e non) su cui tutti possono scommettere per realizzare una vincita. Questa attività è soggetta a requisiti particolari e in alcuni casi può avere dei costi onerosi. Scopriamo insieme le alternative più economiche.

Come aprire un centro scommesse

Per avviare il tuo centro scommesse dovrai seguire alcuni passaggi:

  1. Progettare l'attività con un business plan: stimare i costi previsti in base alla grandezza del locale e alle modalità con cui si vuole iniziare questo lavoro
  2. Verificare tutti i requisiti necessari: assicurarsi che il titolare e l'immobile scelto siano idonei per svolgere l'attività
  3. Iscrivere il punto scommesse nel registro delle imprese: registrarsi in camera di commercio come ditta individuale o società
  4. Gestire correttamente la sala scommesse: definire i rapporti con personale e fornitori con degli accordi scritti (es. contratti di lavoro o di servizio)

Approfondiamo ciascuno di questi step.

aprire un centro scommesse

1. Progettare l’attività con un business plan

Il punto di partenza di ogni attività è la redazione di un business plan. Si tratta del documento in cui sintetizzi le tue idee commerciali e stimi i costi necessari per realizzarle. In questa fase dovrai guardarti intorno per analizzare i punti scommesse già esistenti nella tua zona e provare ad offrire qualcosa in più. Ad esempio, spesso i clienti sono attratti dai locali con un arredo nuovo e confortevole, magari situati in un'area strategica come un centro commerciale o vicino ad un impianto sportivo.

Se hai già un'altra attività, ad esempio un bar o una tabaccheria, non dovrai necessariamente cercare un altro immobile. Potrai infatti avviare il punto scommesse all'interno dello stesso locale in cui svolgi l'attività principale. Questa possibilità viene chiamata corner scommesse e consente un notevole risparmio sulle spese per gli affitti.

In questa fase dovrai anche scegliere se iniziare l'attività con la modalità del franchising oppure interamente in proprio. Questa decisione inciderà di molto sui costi e sui tempi di avvio del tuo business, vediamo in che modo.

Conviene aprire un centro scommesse in franchising o in proprio?

Operare in franchising significa utilizzare il marchio di una grande azienda di scommesse che ti concederà di utilizzare i suoi servizi. Questa è l'opzione più conveniente in quanto:

  • sfrutti la popolarità di un marchio già conosciuto a livello nazionale
  • i tempi per iniziare l'attività sono ridotti visto che avrai già l'autorizzazione necessaria per operare
  • il tuo investimento sarà minore rispetto a creare un tuo marchio di scommesse. In genere, si paga una commissione di ingresso e ti viene riconosciuta una percentuale sugli importi versati dai clienti

Al contrario, operare in proprio significa creare una nuova azienda di scommesse. Questa soluzione è più rara poiché l'iter burocratico è complesso ed è richiesto un grande capitale iniziale (si stima almeno due milioni di euro). Ad esempio, dovrai ingaggiare un team tecnico che si occupi di elaborare gli algoritmi e le quote per tutti gli eventi su cui scommettere.

2. Verificare tutti i requisiti necessari

Sul piano dei requisiti personali puoi avviare questa attività se sei maggiorenne e non hai avuto condanne penali. Ci sono invece più regole per il locale che utilizzerai per l'attività. In particolare:

  • dovrai avere un certificato di agibilità che dimostri la piena regolarità di tutti gli impianti e la destinazione del locale all'attività commerciale
  • nella maggior parte dei comuni è richiesto che il locale sia situato lontano dalle scuole o dai luoghi di culto
  • se scegli di aprire in franchising dovrai adeguarti alle regole imposte dall'azienda madre sulle dimensioni minime del locale (o del corner) e sugli arredi
  • ulteriori requisiti potrebbero essere richiesti dagli uffici comunali della tua città

3. Iscrivere il punto scommesse nel registro delle imprese

Una volta verificati tutti i requisiti, hai due alternative per registrare il tuo centro scommesse:

  • se sei l'unico titolare dell'attività puoi aprire una partita IVA come ditta individuale. In questo caso hai delle spese di avvio contenute e minori adempimenti contabili
  • se invece hai altri soci ti basterà costituire una società che ha delle spese di costituzione e di gestione più alte ma anche un patrimonio autonomo rispetto a quello dei soci. In caso di debiti, quindi, non ne risponderete con i vostri beni personali. Nell'ipotesi del franchising, può essere richiesto che tu abbia comunque una società, anche se sei l'unico socio

A prescindere dalla forma giuridica scelta, l'attività dovrà sempre essere iscritta nel registro delle imprese della Camera di commercio.

Autorizzazioni

Come ultimo passaggio, le agenzie di scommesse devono richiedere delle specifiche autorizzazioni per iniziare a operare. L'attività, infatti, è soggetta ad una normativa stringente che mira ad evitare dei fenomeni negativi come la ludopatia dei clienti o il riciclaggio di denaro. È quindi necessario:

  1. ottenere la concessione dell'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM). Se hai scelto di aprire in franchising l'azienda madre ha già questa concessione e tu potrai utilizzarla in licenza. Viceversa, chi crea un nuovo marchio di scommesse dovrà richiedere una nuova concessione con costi molto alti e tempi lunghi (in genere, superiori ai 5 mesi)
  2. in seguito, dovrai richiedere la licenza per l’esercizio della raccolta di scommesse presentando un'apposita domanda in questura

Altri adempimenti possono essere necessari in casi specifici. Ad esempio, se si somministrano alimenti e bevande all'interno dell'attività serviranno un certificato SAB e un attestato HACCP.

4. Gestire correttamente la sala scommesse

Quando il tuo centro scommesse sarà finalmente aperto, è importante che tutti gli incarichi di lavoro o di servizi siano regolati con appositi contratti che ti tutelino. Ad esempio, avrai bisogno di:

Quanto costa aprire un centro scommesse

I costi per avviare l'agenzia di scommesse possono variare di molto sulla base delle scelte che prendi. In particolare, l'investimento iniziale dipende da:

  • autorizzazioni necessarie: come detto, se vuoi aprire un centro scommesse interamente in proprio dovrai ottenere la concessione governativa (il costo si aggira su €400.000)
  • locale e arredi: un immobile nuovo e già pronto per ospitare l'attività (es. se rilevi il locale di una ricevitoria) richiede costi più bassi rispetto ad un immobile non predisposto allo scopo
  • personale impiegato

Oltre a queste voci di spesa bisogna considerare anche i costi per registrare l’attività. Leggi i nostri approfondimenti per scoprire i costi di una ditta individuale e i costi di una società.

L’alternativa: il centro scommesse online

Nel mercato in franchising delle scommesse si stanno diffondendo i cosiddetti PDC (punti di commercializzazione). Si tratta di un locale dotato semplicemente di monitor con cui ogni cliente può accedere al proprio conto scommesse virtuale. In pratica, lo scommettitore fa tutto da sè: visualizza le quotazioni degli eventi e paga le scommesse direttamente dal pc tramite un conto pre-caricato. Il titolare dell'attività può soltanto aprire nuovi conti virtuali o ricaricarli ma non può accettare direttamente le scommesse al banco. Questa opzione ha in genere guadagni più ridotti ma consente di risparmiare sui costi del personale (praticamente non necessario). Il futuro di questi centri potrebbe essere addirittura un'assistenza completamente virtuale, senza la necessaria presenza fisica del titolare.

Aprire un’agenzia di scommesse con LexDo.it

Con LexDo.it puoi aprire un'agenzia di scommesse in modo semplice e veloce. Puoi provare il nostro quiz gratuito per conoscere qual è il modo migliore per aprire la tua attività. Una volta individuata la soluzione più adatta per il tuo caso, ci occuperemo di tutti gli adempimenti necessari. In media per aprire bastano 72 ore e con noi potrai risparmiare oltre €2000 già nel primo anno!

Il servizio include 1 anno di supporto legale 100% online per creare contratti su misura e richiedere consulenze con professionisti per qualsiasi esigenza durante la vita della tua agenzia di scommesse (es. contratti con fornitori e contratti di lavoro).

Scopri come aprire la tua nuova attività

Con il nostro servizio online apri una nuova attività in modo semplice e veloce. Prova il nostro quiz gratuito per scoprire come aprire e per ricevere la nostra guida completa passo per passo.

Inizia quiz gratisInizia quiz gratis
Supporto legale 100% online
Guida semplice e veloce

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.

Scopri come aprire la tua nuova attività
Scopri come aprire la tua nuova attività
Supporto legale 100% online
Guida semplice e veloce
Inizia quiz gratisInizia quiz gratis
Inizia quiz gratisInizia quiz gratis