La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)

Scopri in questa breve guida cos'è la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), quando è necessaria e come presentare il modello per iniziare la tua attività.

Cos'è la SCIA

SCIA è l'abbreviazione di Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Si tratta di un'autocertificazione necessaria per iniziare (o anche per modificare o terminare) alcune tipologie di attività. Il soggetto che presenta la SCIA dichiara di possedere tutti i requisiti necessari per svolgere la specifica attività ed è così autorizzato a incominciarla immediatamente.

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)

Quando è necessaria la SCIA

La SCIA ha una duplice finalità. Da un lato, offre a chi avvia un'attività una procedura rapida e tempistiche certe. Dall'altro, garantisce al pubblico che l'attività rispetti determinati requisiti previsti dalla legge. Si tutela quindi anche la collettività e ciò spiega perchè la SCIA è obbligatoria in alcuni casi specifici. Si pensi, ad esempio, ad un negozio di generi alimentari dove i clienti si aspettano che vengano rispettate tutte le norme igieniche del caso.

Le attività per cui è necessaria la SCIA sono molteplici. Tra le macro categorie possiamo includere:

  • Vendita di beni/merci: rientrano in questa categoria le attività commerciali all'ingrosso e al dettaglio
  • Somministrazione di alimenti o bevande: effettuata in qualunque forma (all'interno di un esercizio pubblico, a domicilio del consumatore, etc.)
  • Attività artigianali: ad esempio quelle svolte da tatuatori, estetisti, acconciatori, etc.
  • Strutture ricettive: come alberghi, bed & breakfast, agriturismi, stabilimenti balneari, etc.
  • Intrattenimento: ad esempio, sale giochi, locali di divertimento pubblico, agenzie di organizzazione eventi, etc.

In genere, un elenco completo delle attività è disponibile sul sito del proprio comune, dove possono essere indicate anche maggiori informazioni su come presentare la SCIA.

Come presentare il modello SCIA

La SCIA deve essere presentata prima dell'inizio dell'attività. Trattandosi di un'autocertificazione, è necessario che il soggetto attesti di essere in possesso di tutti i requisiti obbligatori per svolgere l'attività. La modulistica da presentare non è unica a livello nazionale ma varia da regione a regione.

Il modello SCIA può essere inoltrato esclusivamente per via telematica allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del comune in cui si intende avviare l'attività. Non tutti gli SUAP sono però abilitati alla ricezione telematica dei documenti. In questo caso è possibile inoltrare l'autocertificazione attraverso i sistemi informatici della Camera di Commercio o tramite l'invio della Comunicazione Unica d'Impresa.

I costi per la SCIA non sono standard ma variano in base alla tipologia di attività e al numero di certificazioni da allegare. Per fare soltanto un esempio, una SCIA per il commercio può costare da € 50 a € 500. Spostandoci nel settore edilizio si può arrivare anche a € 1000.

Differenza con la DIA

Dal 2016 la SCIA ha sostituito di fatto la DIA (Dichiarazione di Inizio Attività). Quest'ultima rappresentava la procedura da applicare per iniziare una nuova attività ed era utilizzata prevalentemente in campo edile, dove adesso è largamente diffuso l'utilizzo della SCIA edilizia.

A differenza della SCIA, la DIA non consentiva l'inizio dell'attività al momento della sua presentazione. Con questo strumento, infatti, era necessario attendere 30 giorni prima di poter incominciare a svolgere l'attività. Durante questo periodo la pubblica amministrazione poteva fare dei controlli e chiedere l'integrazione di ulteriori documenti. Se l'amministrazione non presentava opposizioni, il titolare dell'attività era autorizzato ad iniziarla.

L'avvento della SCIA ha semplificato la procedura di autorizzazione ed ha esteso la sua applicazione a diversi settori di attività. Presentando questa autocertificazione l'attività può essere iniziata immediatamente. La pubblica amministrazione avrà 60 giorni di tempo per svolgere eventuali verifiche ed in caso bloccare l'attività. L'autorizzazione può comunque essere revocata entro i primi 18 mesi quando sussistono ragioni di interesse pubblico (ad es. se la nuova attività ha impatti negativi sull'ambiente).

Apri la tua nuova attività con LexDo.it

Iniziare una nuova attività è sempre una sfida. Con il nostro servizio ti aiuteremo a scegliere il modo più veloce e conveniente per partire e riceverai un supporto legale completo per tutte le esigenze della tua attività. In particolare, con LexDo.it puoi:

  • Aprire la tua partita IVA online col supporto di avvocati esperti e di un commercialista che si occuperà di tutti gli adempimenti contabili e fiscali
  • Costituire la tua SRL con l'assistenza di un notaio e di avvocati esperti al tuo fianco che ti seguiranno per redigere l'atto costitutivo e lo statuto
Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.
Apertura Nuova Attività
Apri la tua nuova attività con il nostro servizio online semplice e veloce. Include il supporto legale di avvocati esperti per 1 anno per qualsiasi necessità
APRI LA TUA NUOVA ATTIVITÀAPRI LA TUA NUOVA ATTIVITÀ
Supporto legale completo
Procedura semplice e veloce
Apertura Nuova Attività
Supporto legale completo
Procedura semplice e veloce
APRI LA TUA NUOVA ATTIVITÀAPRI LA TUA NUOVA ATTIVITÀ
APRI NUOVA ATTIVITÀAPRI NUOVA ATTIVITÀ