Informazioni su questo Documento Legale

sempre aggiornato da avvocati
16-10-2019
Ultimo Aggiornamento
modello a norma in pochi minuti
6 Minuti
Creazione semplice e veloce
supporto fino alla firma con tutti gli adempimenti legali
Supporto fino alla firma
Guida adempimenti successivi
Cos’è il Contratto di Associazione in Partecipazione

Con il Contratto di Associazione in Partecipazione un soggetto, l'associante, attribuisce ad un altro, l'associato in partecipazione, il diritto alla partecipazione agli utili di un'impresa, di un suo ramo di attività o a quelli di un affare specifico.

Questo contratto consente all'associato di partecipare agli utili senza diventare socio dell'associante. L'associato, infatti, si limita a conferire denaro o beni di qualsiasi tipo. L'associante, invece, beneficia dei conferimenti senza modificare la compagine sociale e senza rivolgersi al mercato del credito.

Il contratto di associazione in partecipazione deve essere redatto per iscritto quando la legge lo prevede. Ad esempio, quando viene conferito un bene immobile. Tuttavia, anche quando non è richiesta una forma particolare, è consigliato redigere per iscritto un contratto di associazione in partecipazione per stabilire in modo chiaro il tipo di apporto richiesto, la durata del contratto, la percentuali di utili a cui ha diritto l'associato, etc.

Quando si usa il contratto di partecipazione agli utili

Il contratto di partecipazione agli utili può essere stipulato sia da persone fisiche sia da persone giuridiche. Quando sia l'associante che l'associato sono imprese, si parla di associazione in partecipazione tra imprese. In particolare, si è in presenza di imprese quando i soggetti sono società o imprese individuali organizzate per svolgere un'attività di produzione di beni o servizi, a scopo di lucro.

Questo documento si usa sia quando l'associato partecipa a tutti gli utili di un'impresa o di un suo ramo sia quando partecipa agli utili di uno specifico affare. Ad esempio, un imprenditore alberghiero in difficoltà economiche si può rivolgere a un investitore che in cambio della liquidità necessaria partecipa agli utili dell'impresa. Un'altra ipotesi è quella dell'imprenditore edile che riceve i fondi per iniziare la costruzione di un capannone industriale da un investitore che in cambio partecipa al ricavato della futura vendita di quello specifico edificio.

Con il contratto di associazione in partecipazione non si crea una società o un'associazione (es. Srl, Srls, associazioni culturali o sportive). In questo caso, è necessario utilizzare uno Statuto e Atto Costitutivo per Srl o Srl semplificata oppure uno Statuto e Atto Costitutivo per Associazione.

Inoltre, il contratto di partecipazione agli utili o affari di un'impresa non va confuso con il contratto di joint venture. In quest'ultimo caso, tutte le parti del contratto partecipano alla gestione della joint venture per realizzare uno scopo comune. Nell'associazione in partecipazione, invece, l'associato non può partecipare alla gestione, ma si deve limitare al conferimento.

L'associazione in partecipazione con apporto di lavoro

Fino al 2015, l'associato in partecipazione persona fisica poteva conferire una prestazione lavorativa nei limiti previsti dalla legge. In particolare, la riforma Fornero aveva limitato ad un massimo di tre associati l’apporto di lavoro nella medesima attività.

A partire dal 25 giugno 2015, l'apporto dell'associato persona fisica non può più consistere, neanche in parte, in una prestazione di lavoro. In ogni caso, i contratti di partecipazione stipulati prima del 25 giugno 2015 restano validi fino al termine previsto anche se prevedono un apporto di lavoro.

Il divieto di associazione in partecipazione con apporto di lavoro non si applica alle persone giuridiche che possono partecipare all'impresa totalmente, o anche solo in parte, con apporto di lavoro.

Cosa contiene un contratto di associazione in partecipazione

Il nostro contratto di associazione in partecipazione soddisfa tutti i requisiti legali. Le principali clausole riguardano:

  • Tipologia: per specificare se la partecipazione riguarda gli utili dell'impresa o gli utili di un singolo affare
  • Conferimento (apporto): per scegliere tra conferimenti in denaro o beni strumentali e descriverli in dettaglio
  • Modalità di conferimento: in caso di apporto in denaro, per specificare le modalità di apporto e il momento del versamento
  • Quota: per indicare la percentuale di utili a cui avrà diritto l'associato e il momento del pagamento degli utili
  • Perdite: per scegliere chi pagherà le eventuali perdite (solo l'impresa associante o anche l'associato)
  • Dati delle parti : per identificare l'impresa e l'associato che possono essere sia persone fisiche sia giuridiche
  • Foro competente: per specificare il foro competente in caso di controversie

Una volta scaricato il tuo documento ti guideremo passo dopo passo per completare tutti gli adempimenti successivi necessari.

Informazioni necessarie

Per completare il documento sono necessari tutti i dati delle parti. Se non sai dove trovare queste informazioni ti aiuteremo durante l'intervista guidata.

Ricorda che la nostra intervista non genera un semplice fac-simile di contratto di associazione in partecipazione. Sulla base delle tue risposte il sistema elabora automaticamente un modello di contratto personalizzato per le tue esigenze esatte garantendone la correttezza legale.

Il documento può essere modificato in ogni sua parte senza limiti di tempo. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione tutte le informazioni durante l’intervista, potrai sempre inserirle in un secondo momento.

Altri nomi
Altri documenti utili