Informazioni su questo Documento Legale

14-3-2019
Ultimo Aggiornamento
7 Minuti
Creazione semplice e veloce
Supporto fino alla firma
Guida adempimenti successivi
Cos'è il Contratto di Compravendita di Beni Mobili

Il Contratto di Compravendita di Beni Mobili è l'accordo con il quale un soggetto, venditore, trasferisce la proprietà di un bene mobile ad un altro soggetto, acquirente, dietro il versamento di una somma di denaro (prezzo del bene).

Questo documento viene usato per regolare per iscritto la vendita e avere una prova di ciò che è stato pattuito tra le parti. In questo modo, l'acquirente e il venditore possono avere la certezza sugli obblighi e i diritti che sorgono con il trasferimento della proprietà. Inoltre, in caso di inadempimento di una delle due parti, con un contratto scritto sarà più semplice accertare le proprie ragioni.

Quando si usa il contratto di vendita

Questo contratto di vendita viene usato per la vendita di beni mobili. Si tratta di beni che che possono essere spostati e non sono fissi al suolo (es. auto, arredi, elettrodomestici, etc.). Infatti, la compravendita di beni mobili non va confusa con il contratto di vendita o preliminare di vendita di beni immobili.

La compravendita di beni mobili può essere usata per vendere sia un bene mobile registrato (es. auto, moto, imbarcazione, etc.) sia un bene mobile non registrato (es. tavolo, smartphone, computer, etc). La vendita può riguardare beni nuovi oppure beni usati e può essere usata sia da commercianti nell'ambito di un'attività di impresa sia da privati. Ad esempio, il contratto di vendita può essere utilizzato dal negoziante che vende mobili e arredi oppure dal privato che vuole vendere il proprio computer usato.

Questo documento può essere usato per regolare una vendita con un cliente specifico oppure per regolare vendite con identiche condizioni per più clienti differenti. In quest'ultimo caso, il contratto sarà costituito da un modulo d'ordine con i dettagli (es. prezzo, dati delle parti, etc.) e dalle condizioni generali di vendita. Ad esempio, il negoziante di prodotti di cancelleria in genere utilizza un modulo d'ordine e le condizioni di vendita per vendere i suoi prodotti a vari clienti e alle stesse condizioni.

Questo contratto non può essere usato per una vendita a distanza online. In quest'ultimo caso, dovrà essere redatto un documento di condizioni generali di vendita e-commerce che andrà pubblicato nel sito. Se la vendita è a distanza (es. vendita via e-mail o per corrispondenza, vendita per telefono, etc.) è possibile usare questo documento solo tra privati o per la vendita B2B (business to business). Questo contratto non può essere usato per la vendita a distanza tra un venditore professionista e un consumatore (es. telemarketing).

Inoltre, il contratto di compravendita di beni mobili non può essere usato per la fornitura continuativa o periodica di beni (ad es. fornitura mensile di materiale da cancelleria per l'ufficio). In questo caso, deve essere usato un contratto di somministrazione (impropriamente chiamato anche contratto di fornitura di beni o merci).

Cosa contiene il contratto di compravendita di beni mobili

Il nostro contratto di compravendita di beni mobili soddisfa tutti i requisiti legali. Le principali clausole incluse riguardano:

  • Bene/i: la descrizione e la quantità dei beni venduti
  • Prezzo e modalità di pagamento: l'indicazione dell’importo da corrispondere per il trasferimento della proprietà e le modalità con cui deve essere versato l'importo
  • Consegna: la possibilità di scegliere tra la spedizione (indicando le modalità di spedizione) e il ritiro del bene
  • Garanzia: l'applicazione della garanzia di conformità prevista per i consumatori oppure della garanzia per vizi negli altri casi (inserendo i mesi di garanzia oppure escludendola)
  • Vendita a prova: è possibile scegliere se l'acquirente potrà o meno provare il bene per un periodo determinato e il tipo di prova (prova o riserva di gradimento)
  • Vendita su campione: è possibile vendere su campione il bene (es. per la compravendita di merci che si trovino in un luogo lontano dall'acquirente dall'acquirente)
  • Vendita con riscatto: per dare il diritto al venditore di riacquistare il bene entro una data prestabilita
  • Condizione sospensiva: per condizionare l'efficacia della vendita al verificarsi di un evento specifico.

Inoltre dopo l'acquisto ti guideremo passo per passo attraverso tutti gli adempimenti successivi necessari affinché il tuo contratto di locazione sia regolarmente costituito e registrato.

Informazioni necessarie

Per completare il contratto sono necessari i dati anagrafici delle parti. Inoltre è necessario descrivere il bene da vendere (durante l'intervista, gli aiuti ti consentiranno di trovare le informazioni di cui hai bisogno).

Il documento può essere modificato gratuitamente in ogni sua parte senza limiti di tempo. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione tutte le informazioni durante l’intervista, potrai sempre inserirle in un secondo momento.

Altri nomi

  • Contratto di vendita beni mobili
  • Contratto di vendita tra privati
  • Vendita a distanza B2B o offline
  • Condizioni generali di acquisto
  • Modulo d'ordine e condizioni generali
  • Contratto di vendita beni usati

Altri documenti utili