Informazioni su questo modello legale

11-11-2021

Ultimo Aggiornamento

4 Minuti

Creazione semplice e veloce

Formato PDF, Word e HTML

Personalizza e scarica

4 Minuti

Crea e scarica in PDF/DOC

Cos’è l'Accordo di Riservatezza (NDA)

L'Accordo di Riservatezza (NDA o Non Disclosure Agreement in inglese) è il contratto che si usa per garantire che le informazioni condivise tra due soggetti rimangano riservate. In particolare, l'obbiettivo di questi accordi è che i dati scambiati non vengano divulgati e non siano utilizzati per scopi diversi da quelli concordati tra le parti.

Per informazioni riservate si intendono tutti quei dati non pubblici che hanno un valore economico e la cui diffusione può danneggiare la parte che li ha condivisi. Ad esempio, possono essere confidenziali il know-how, le tecnologie, le idee brevettabili, dati finanziari o commerciali, business plan, studi, rapporti o dati aziendali.

È importante non dare per scontato che una conversazione o uno scambio di messaggi con un consulente o con un partner siano automaticamente confidenziali. Di conseguenza, se in una trattativa vengono coinvolti dipendenti, collaboratori o soggetti esterni conviene sempre firmare un NDA che li obblighi a mantenere segrete le informazioni che vengono scambiate.

Nel patto di riservatezza le parti indicano anche lo scopo per cui le informazioni vengono condivise e possono essere utilizzate. Qualsiasi uso diverso delle informazioni è vietato. Ad esempio, se si condividono informazioni riservate con un investitore, quest'ultimo le potrà utilizzare solo per valutare l'opportunità di partecipare al progetto. Ogni utilizzo per finalità diverse sarebbe quindi una violazione del patto.

Quando si usa un patto di riservatezza

L'accordo di riservatezza si usa per proteggere un'idea, un progetto o per condurre trattative nelle quali si condividono informazioni confidenziali con altri. Questo si può verificare quando si tratta con potenziali partner (es. investitori, fornitori o produttori) oppure in tutti i casi in cui si discute un progetto o un contratto. In particolare, quando si vuole:

  • sottoporre un'idea a dei finanziatori o investitori (es. un prototipo o un nuovo modello di business)
  • partecipare ad una gara che richiede la presentazione di un progetto
  • condurre trattative finalizzate ad una partnership con un'altra azienda o ad una operazione societaria
  • chiedere un parere ad un consulente o un finanziamento ad una banca per un progetto
  • assumere un dipendente o avviare un rapporto con un collaboratore

Il patto di riservatezza include anche un divieto di utilizzo delle informazioni da parte di chi le riceve. Questo significa che chi riceve informazioni confidenziali non può usarle direttamente anche se non le condivide con nessuno. Ad esempio, viola l'NDA chi, per ragioni di lavoro, conosce i dettagli di un'invenzione in fase di sviluppo e utilizza queste informazioni per brevettare un'idea simile a suo nome.

Spesso, insieme all'accordo di riservatezza si firma anche un patto di non concorrenza. Questo documento serve a tutelarsi in modo più efficace nei rapporti commerciali e di collaborazione. È il caso, ad esempio, di un collaboratore che lavorando con un'impresa ne acquisisce il know-how e, successivamente, decide di svolgere la stessa attività in autonomia.

Cosa contiene un NDA modello

Il nostro non disclosure agreement soddisfa tutti i requisiti legali. Le principali clausole incluse riguardano:

  • Scelta tra unilateralità o bilateralità del patto: nel primo caso solo una parte sarà obbligata alla riservatezza, nel secondo caso entrambe le parti
  • Scopo: l’uso delle informazioni va limitato alla realizzazione di un fine preciso
  • Durata: l'accordo può prevedere una scadenza (ad es. per un anno) oppure senza (utile per situazioni in cui si condividono informazioni come know-how non brevettabile, liste di clienti o altri dati commerciali)
  • Condivisione con terze parti: si deve scegliere se la parte che riceve le informazioni è autorizzata a condividerle con i propri collaboratori o consulenti
  • Lingua Inglese: se la controparte è straniera è opportuno redigere il documento in inglese per semplificare la contrattazione.

Una volta scaricato il tuo documento ti guideremo passo dopo passo per completare tutti gli adempimenti successivi necessari.

Accordi di riservatezza unilaterali o bilaterali

L'obbligo di non divulgazione stabilito in un NDA può essere unilaterale oppure bilaterale. Questo dipende dai soggetti che condividono le informazioni sensibili e da chi è tenuto a non diffonderle. Infatti, le informazioni confidenziali protette con l'accordo possono essere condivise solo da una delle parti oppure da entrambi i contraenti.

Un esempio di accordo unilaterale è quello firmato dal dipendente di una società. In questi casi, solo il datore di lavoro condivide le informazioni con il dipendente e quest'ultimo sarà obbligato a mantenerle segrete. Invece, si avrà un accordo bilaterale, quando entrambe le parti del contratto si scambiano reciprocamente informazioni delicate. Ad esempio, nel corso di trattative tra due società che progettano una fusione entrambe le società sono obbligate a non diffondere le informazioni condivise dal partner.

Violazione di un Non Disclosure Agreement

La firma di un accordo di riservatezza fa nascere un vero e proprio obbligo di protezione delle informazioni condivise. Per questo motivo, chi lascia trapelare le informazioni riservate dovrà risarcire il danno causato alla controparte. Tuttavia, in questi casi può essere molto difficile valutare le conseguenze economiche della condivisione. Infatti, queste possono dipendere da molteplici fattori, ad esempio dal soggetto con cui si condividono le informazioni.

Come già accennato, la comunicazione o l'utilizzo delle informazioni protette dalla confidenzialità non sempre comporta una violazione del patto di riservatezza. Infatti, esistono dei casi in cui chi riceve le informazioni è autorizzato a condividerle con altri soggetti (ad es. dipendenti o collaboratori). Tuttavia, è molto importante che nel contratto vengano identificati con precisione questi soggetti e gli scopi per cui è consentita la condivisione delle informazioni.

Informazioni necessarie

Per completare il modello sono necessari tutti i dati delle parti. Se non sai dove trovare queste informazioni ti aiuteremo durante la creazione del documento.

Ricorda che il nostro servizio non genera un semplice accordo di riservatezza fac-simile. Sulla base delle tue scelte il sistema elabora automaticamente un documento personalizzato per le tue esigenze garantendone la correttezza legale.

Il documento può essere modificato in ogni sua parte senza limiti di tempo. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione subito tutte le informazioni, potrai sempre inserirle in un secondo momento

Altri nomi dell'accordo di riservatezza modello

Altri modelli e facsimile utili

  • Lettera di Intenti: per definire lo stato attuale di una trattativa e regolarne la continuazione
  • Term Sheet per Investimenti: per determinare i punti principali si cui si baserà il futuro accordo di investimento
  • Statuto e Atto Costitutivo Srl: per creare i documenti fondanti di una società a responsabilità limitata unipersonale o con più soci e regolarne il funzionamento
  • Registrazione di un Marchio: per proteggere un marchio, un logo o un altro segno distintivo a livello nazionale, europeo o internazionale
  • Contratto d'Opera: per commissionare a un fornitore un’opera definita, come un sito web, un progetto su misura o una consulenza
  • Contratto di Fornitura di Servizio: per regolare i rapporti tra un cliente e il fornitore di un servizio continuativo nel tempo