Costituzione Startup Innovativa: Come Aprire e Costi

Costituzione Startup Innovativa: Come Aprire e Costi

La costituzione di una startup innovativa è la scelta ideale per avviare un business nuovo e altamente tecnologico. Aprire una startup comporta molte agevolazioni. Vediamo in dettaglio i requisiti, gli adempimenti e i costi.

Aprire una startup innovativa: definizione e requisiti

Per potersi definire startup innovativa una società deve rispettare determinati requisiti. Vediamoli in dettaglio.

1. L'oggetto sociale

L'oggetto sociale indica l’attività svolta da una società. Nel caso della startup deve includere tutte le fasi necessarie per mettere sul mercato un prodotto o un servizio innovativo e altamente tecnologico (sviluppo, realizzazione e commercializzazione). Infatti, la società deve occuparsi di tutte e tre questi aspetti per potersi qualificare come innovativa.

Oltre a riguardare tutte le fasi di immissione nel mercato, il prodotto o il servizio descritto nell'oggetto deve anche essere:

  • innovativo: deve introdurre un nuovo modo di risolvere un problema o di soddisfare un’esigenza del cliente
  • altamente tecnologico: deve utilizzare tecnologie all’avanguardia (es. un algoritmo proprietario)

costituzione startup innovativa

2. Requisiti aggiuntivi

Oltre alle particolarità dell’oggetto sociale, la startup innovativa deve rispettare alcuni requisiti ulteriori previsti dalla legge. In particolare, la società deve avere almeno uno dei seguenti requisiti:

  1. deve sostenere spese in ricerca e sviluppo in misura pari o superiore al 15% dei costi totali (o dei ricavi totali)
  2. deve impiegare personale altamente qualificato: almeno 1/3 dei dipendenti o collaboratori devono essere dottorandi, dottori di ricerca e ricercatori oppure almeno 2/3 deve avere una laurea magistrale
  3. dev’essere titolare, depositaria o licenziataria di un brevetto relativo ad una invenzione riguardante la sua attività oppure essere titolare di diritti su un programma per elaboratore registrato presso lo specifico registro pubblico

3. Mantenere i requisiti nel tempo

Dopo aver costituito la SRL startup innovativa, i requisiti devono essere mantenuti. In particolare, le startup devono annualmente confermare (o aggiornare) i requisiti attraverso una autocertificazione da depositare al Registro delle imprese. In assenza dell'autocertificazione, o se viene mene uno dei requisiti, la società perde la qualifica di innovativa.

L'iscrizione come startup ha una durata di 5 anni a partire dalla data di costituzione. Superato questo periodo, la società perde la qualifica di startup innovativa. La società, però, potrà sempre essere convertita in PMI innovativa.

Costi di una Startup: costituzione e gestione

I costi per la costituzione della startup sono quelli relativi alla parcella del notaio e alle imposte applicabili. In media, il costo complessivo per aprire una startup si aggira intorno ai €1.500+IVA + €200 circa di imposte.

Il nostro servizio di apertura di società costa €99+IVA e ti permette di aprire la tua startup innovativa in 72 ore con 1 anno di supporto legale 100% online. Penseremo a tutto noi: un esperto ti seguirà passo dopo passo con tutti i documenti necessari e avrai incluso anche l’appuntamento con il notaio. Al momento della costituzione dovrai versare le imposte iniziali pari a circa €200 e il costo del notaio che con noi è solo €900+IVA (prezzo scontato -40%).

Dopo la costituzione, potrai creare contratti su misura e richiedere consulenze con professionisti per qualsiasi esigenza della nuova società (es. contratti per fornitori e clienti, accordi commerciali, registrazione marchio, privacy e termini e condizioni sito).

Una volta costituita la società, bisognerà completare gli adempimenti ulteriori per avviare l'attività e gestire correttamente la contabilità. In genere, i costi del primo anno di attività sono di circa €2.500+IVA di compensi del commercialista.

I nostri clienti possono richiedere anche il servizio di contabilità online al prezzo di €299+IVA per il primo quadrimestre. Questo prezzo include tutti gli adempimenti necessari dopo la costituzione della società.

Agevolazioni e vantaggi della startup innovativa

La startup innovativa gode di alcune importanti agevolazioni dedicate. In particolare, le uniche imposte da pagare al momento della costituzione sono l’imposta di registro di €200 e la tassa di archivio notarile di €27,50. Si tratta di un risparmio di circa €400 rispetto alle imposte applicabili ad una SRL ordinaria (pari a circa €600).

Inoltre, la startup innovativa può accedere più facilmente al credito e può partecipare a diversi bandi per ottenere capitali e finanziamenti. Infine, chi investe in startup innovative può ottenere una consistente riduzione delle imposte da pagare, facilitando la raccolta di fondi per la società.

Finanziamenti e investimenti

Esistono moltissime opportunità di finanziamento sia da soggetti privati (banche, investitori) sia da soggetti pubblici. Per i soci e gli investitori, inoltre, sono previste detrazioni fiscali fino al 50% degli importi investiti. La detrazione è possibile sia per gli investimenti diretti sia per quelli effettuati tramite fondi di investimento. Questo rende molto vantaggioso raccogliere i capitali iniziali da amici e parenti che sono in genere i principali finanziatori di nuove startup.

Per quanto riguarda i finanziamenti pubblici, i principali sono:

  • Accesso al Fondo di Garanzia che facilita l’accesso al credito alle startup attraverso la concessione di garanzie sui prestiti bancari. Tali garanzie sono gratuite e vengono concesse con un’istruttoria semplice e veloce
  • Sostegno alle startup innovative da parte del Ministero dell'Economia che finanzia i piani d’impresa di startup.
  • Finanziamenti agevolati Invitalia prestiti senza interessi in base alle spese sostenute e servizi di assistenza tecnico-gestionale.

La procedura per creare una startup: adempimenti

Per aprire una società è necessario compiere alcuni passaggi iniziali. Ecco quelli necessari per una startup.

  1. Creare i documenti necessari: atto costitutivo e statuto per regolare il funzionamento della startup e i rapporti tra i soci
  2. Versare il capitale sociale: per dotare la società di un capitale iniziale per avviare l'attività
  3. Atto del notaio: per creare ufficialmente la società davanti ad un notaio
  4. Altri passaggi: serve aprire anche una partita IVA e una casella di posta elettronica certificata (PEC) per la società. Inoltre, serve una firma digitale per l'amministratore

1. Creare i documenti necessari

Lo statuto e l’atto costitutivo per startup sono i documenti necessari per l'apertura della società. Lo statuto contiene le regole per il funzionamento della società (amministrazione, trasferimento delle quote, etc.) e l’atto costitutivo è il documento in cui si verbalizza la costituzione.

Con il nostro servizio è possibile creare online lo statuto e l’atto costitutivo, personalizzando in pochi click il contenuto per le proprie esigenze. In questo modo, potrai fissare l'appuntamento dal notaio con tutti i documenti già pronti.

2. Versare il capitale sociale

Il capitale sociale della startup è il patrimonio iniziale della società. Prima di costituire la società, ogni socio deve versare la propria quota di capitale sociale. Il modo più semplice per fare il versamento è il bonifico bancario all'amministratore o al notaio. In alternativa, è possibile fare un assegno circolare da intestare alla società da costituire oppure versare il capitale in contanti (solo per piccoli importi).

Fino a qualche anno fa, il capitale sociale minimo per poter costituire una SRL era di €10.000. Oggi, è possibile aprire una startup con €1 di capitale sociale (anche se si consiglia un importo sufficiente per coprire le spese iniziali). Inoltre, se la società ha un capitale più basso di €10.000 o un solo socio, il capitale va versato tutto (viceversa si può versare anche solo il 25% del capitale).

3. Atto del notaio

Il passo successivo è fissare un appuntamento con il notaio per la costituzione. Il notaio verifica l'identità dei soci e l'effettivo versamento del capitale sociale. Alla firma dell'atto, è consigliabile che tutti i soci e gli amministratori siano presenti. In alternativa, si potrà fare una procura notarile per incaricare una persona di fiducia (una procedura complessa e più costosa).

4. Altri passaggi

Dopo la costituzione, il notaio procede all'iscrizione al registro delle imprese della società nella sezione speciale delle startup innovative. Con questo passaggio, la startup viene ufficialmente creata e ottiene la qualifica di società innovativa. Per procedere all'iscrizione, sono necessari:

  1. codice fiscale e partita IVA per la società: si tratta di un unico codice attribuito dall'Agenzia delle entrate su richiesta del commercialista e necessario per iniziare a fatturare
  2. indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) per la società: è la casella di posta elettronica della startup che ha un valore legale simile a quello di una raccomandata con ricevuta di ritorno
  3. firma digitale per l'amministratore: è lo strumento che consente al legale rappresentante della startup di firmare un documento informatico con gli stessi effetti di una firma tradizionale
  4. documenti aggiuntivi per startup: i documenti con cui si certifica che la società rispetta tutti i requisiti di innovatività (con il nostro servizio ti guideremo passo dopo passo nella redazione di ogni documenti necessario)

Apri la tua società in 72 ore

Con il nostro servizio 100% online apri la tua società in modo semplice e veloce. È incluso anche 1 anno di supporto legale completo per qualsiasi necessità.

Scopri di piùScopri di più
Supporto legale 100% online
Guida semplice e veloce

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.

Apri la tua società in 72 ore
Apri la tua società in 72 ore
Supporto legale 100% online
Risparmia oltre €2.000 nel primo anno
Scopri di piùScopri di più
Scopri di piùScopri di più