Aprire una Startup Innovativa: Tutti i Passi per Crearla

Aprire una Startup Innovativa: Tutti i Passi per Crearla

Prima di aprire una startup innovativa ci sono alcuni passaggi fondamentali da completare. In questa guida pratica ti spieghiamo passo dopo passo come partire al meglio, dall'ideazione e sviluppo del progetto alla formazione del team, fino alla costituzione della società.

Come creare una start up: cos'è e requisiti

Si può definire start up qualsiasi nuova attività. Più in dettaglio, la startup è un'impresa di nuova o recente costituzione che si trova all'inizio del proprio percorso di sviluppo e che ha quindi bisogno di crescere per avere successo.

Se l'impresa si occupa di sviluppare, realizzare e vendere prodotti o servizi innovativi e altamente tecnologici può diventare una startup innovativa a determinate condizioni. Per questo tipo di imprese sono previste diversi incentivi che ne facilitano la nascita e lo sviluppo.

aprire start up

Cosa fare prima di avviare la società: guida pratica

Quando si parla di avviare una start up spesso si pensa al momento della costituzione della società. Tuttavia, considerando i costi di apertura e la difficoltà di alcune decisioni, è meglio costituire la società solo quando si è davvero pronti per partire. Come prima cosa bisogna quindi concentrarsi sul progetto dell'impresa e sulla ricerca delle persone giuste per realizzarla.

1. Ideazione e sviluppo del business plan

Il primo passo è mettere nero su bianco l'idea del progetto in un business plan (piano imprenditoriale). Questo documento viene creato sulla base di specifiche ricerche come l'analisi del mercato di riferimento, lo studio dei concorrenti e la verifica del fabbisogno finanziario. Inoltre, contiene informazioni sul prodotto, i clienti tipo, la strategia di marketing da applicare, la stima dei costi da sostenere e la redditività attesa. Questo sforzo di pianificazione serve per verificare che il progetto sia effettivamente realizzabile e per cercare di anticipare potenziali problemi prima di sostenere qualsiasi spesa.

In questa fase si possono anche verificare i requisiti per diventare startup innovativa. Se l'impresa si qualificherà come tale, potrà valutare alcuni strumenti per reperire le risorse necessarie per partire, come i finanziamenti agevolati o specifici bandi. Inoltre, potrà rivolgersi agli acceleratori o incubatori d'impresa. Si tratta di strutture che hanno competenze specifiche per far nascere e crescere un progetto imprenditoriale. In particolare, possono offrire lo spazio iniziale dove lavorare e servizi per la gestione della nuova impresa.

2. Formazione team di una start up di successo

Il passo più importante è la formazione del team iniziale. In genere, nelle start up i primi collaboratori sono anche soci. Questo significa che il loro lavoro viene ripagato, in tutto o in parte, con la partecipazione alla società. In pratica, ogni socio ha una percentuale di diritti sull'impresa. Può intervenire nelle decisioni più importanti e ricevere gli utili dell'attività.

Trovare dei collaboratori competenti e motivati è essenziale. Si può partire anche da soli però è difficile che una persona abbia tutte le competenze necessarie per avviare l'impresa. Di solito, il numero ideale per partire è di 3-5 persone per coprire le aree più importanti (tecnico, marketing, management, etc.).

Una volta trovati i membri del team, è molto importante accordarsi sin da subito sulle condizioni della collaborazione. In particolare, gli aspetti principali da discutere sono:

  • il ruolo del collaboratore nella startup e il tempo che dedicherà al progetto
  • il corrispettivo del lavoro (es. solo la quota della società oppure un compenso in denaro)
  • la riservatezza delle informazioni confidenziali del progetto e le regole sulla non concorrenza
  • le condizioni per l'uscita dal progetto (cosa succede se non si va più d'accordo)

Definire questi aspetti è fondamentale per evitare problemi e controversie in futuro. Bisogna quindi considerare non solo la situazione e le esigenze iniziali ma anche cosa potrà accadere tra qualche anno.

3. Ricerca investitori

Lo step successivo consiste nella ricerca degli investitori per raccogliere le risorse necessarie individuate nel business plan. Esistono due principali tipologie di investitori:

  • i soci fondatori: il team iniziale può portare anche le risorse economiche necessarie per avviare l'attività oltre al proprio lavoro
  • i soci esterni che non collaborano nell'impresa ma forniscono solo risorse finanziarie in cambio di una quota della società. Possono essere sia privati (es. amici, parenti, business angel) sia fondi o società che si occupano di investire professionalmente in startup. Proprio per questa categoria di investitori è necessario preparare una descrizione chiara e dettagliata delle prospettive di rendimento del progetto e presentare un team completo e preparato

Per le startup innovative è più semplice coinvolgere investitori nella propria attività. Infatti, per chi investe in questo tipo di imprese sono previste delle agevolazioni. Nello specifico, chi investe una start up innovativa può ottenere fino al 50% di detrazione fiscale.

Come aprire una startup: i passi fondamentali per costituire

Una volta terminata la fase di studio e analisi del progetto d'impresa, si può costituire la società. La forma societaria più scelta per le start up è la società a responsabilità limitata (o SRL). Questa società permette di limitare la responsabilità dei soci ai soli soldi investiti.

1. Creazione dello statuto

Il primo passo per costituire è creare l'atto costitutivo e lo statuto della startup. L'atto costitutivo contiene le informazioni sui soci e sull'impresa (es. il nome della società e i dati dei soci). Lo statuto, invece, disciplina come funziona società. In particolare, bisognerà decidere:

  • la modalità di amministrazione per affidare la gestione della società a una sola persona (amministratore unico) oppure a un consiglio di amministrazione
  • le regole per il trasferimento delle quote per limitare l'ingresso di nuovi soci (es. clausola di prelazione)
  • le condizioni per l'uscita dei soci fondatori in caso di vendita delle partecipazioni o di ingresso di investitori

2. Fase di costituzione dal notaio

Successivamente, bisogna rivolgersi un notaio per firmare i documenti necessari e costituire la società. Dal 14 dicembre 2021 è possibile costituire la società anche online in videoconferenza. In questo caso, tutti i soci devono avere una firma digitale attiva. Il notaio verificherà l'identità dei soci, il versamento del capitale sociale e si occuperà dell'iscrizione della società nel Registro delle imprese. In particolare, per le startup innovative è necessaria l'iscrizione nella sezione speciale delle startup per beneficiare delle varie agevolazioni previste.

3. Adempimenti successivi e gestione società

Dopo la costituzione della società bisogna completare alcuni adempimenti successivi obbligatori. In particolare, la società dovrà aprire la partita IVA ed effettuare le comunicazioni obbligatorie per iniziare l'attività. Inoltre, sarà necessario creare e far vidimare i libri sociali obbligatori.

Per questi adempimenti è necessario rivolgersi a un professionista che segua la società anche per gli aspetti contabili e fiscali. Ogni società, infatti, deve tenere una contabilità aggiornata, predisporre il bilancio annuale e il pagare periodicamente le imposte (es. dichiarazione trimestrale IVA).

Crea la tua start up con LexDo.it

Con il nostro servizio puoi costituire la tua società 100% online in 72 ore con 1 anno di supporto legale incluso. Penseremo a tutto noi: un esperto ti seguirà con tutti i passaggi e i documenti necessari.

Dopo l’apertura, potrai creare contratti su misura e richiedere consulenze con professionisti per qualsiasi esigenza legale della nuova società (es. contratti per fornitori e clienti, accordi commerciali, registrazione marchio, privacy e termini e condizioni sito).

Potrai anche richiedere il servizio di contabilità online che include tutti gli adempimenti necessari dopo la costituzione.

Con noi potrai risparmiare oltre €2.000 già nel primo anno!

Apri la tua società in 72 ore

Con il nostro servizio 100% online apri la tua società in modo semplice e veloce. È incluso anche 1 anno di supporto legale completo per qualsiasi necessità.

Scopri di piùScopri di più
Supporto legale 100% online
Guida semplice e veloce

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.

Apri la tua società in 72 ore
Apri la tua società in 72 ore
Supporto legale 100% online
Risparmia oltre €2.000 nel primo anno
Scopri di piùScopri di più
Scopri di piùScopri di più