DOMANDE FREQUENTI
Contratto di Affitto di Azienda o di Ramo d'azienda

INDICE
•  Cosa succede se l'attività aziendale non viene svolta in un immobile in proprietà o in locazione?
•  Cosa sono i beni immateriali?
•  Come funzionano le scorte in un contratto di affitto d'azienda?
•  Come può essere garantito il proprietario quando affitta la sua azienda?

Cosa succede se l'attività aziendale non viene svolta in un immobile in proprietà o in locazione?

È possibile che l'azienda da affittare non svolga la propria attività in un immobile di proprietà o in locazione. É questo il caso, ad esempio, di una startup che esercita la propria impresa in uno spazio condiviso di coworking oppure di una società che lavora all'interno di un immobile in comodato.

In tali ipotesi, è possibile allegare il relativo contratto (quello con il gestore del coworking oppure quello di comodato, etc.) al Contratto di Affitto d'azienda affinché l'affittuario vi possa subentrare.

Cosa sono i beni immateriali?

Per beni immateriali si intendono tutti quei beni che pur non avendo una consistenza fisica possono comunque avere un valore economico, come ad esempio i segni distintivi dell'impresa (marchio, ditta), le invenzioni, il diritto d'autore, le opere dell'ingegno, etc.

Lo sfruttamento economico di tali beni può avvenire attraverso la loro semplice utilizzazione oppure attraverso la loro pubblicazione o brevettazione.

Ad esempio, l'inventore, una volta brevettata l'invenzione, potrà vietarne ad altri l'utilizzo e sfruttarla economicamente concedendone i diritti per la vendita su larga scala. Oppure l'imprenditore che affitta la propria azienda potrà includere nell'affitto anche il proprio marchio, tenendolo in considerazione ai fini del canone che gli deve l'affittuario.

Come funzionano le scorte in un contratto di affitto d'azienda?

Quando l'azienda ha delle scorte di magazzino, è possibile scegliere che queste siano date all'affittuario con il Contratto di Affitto oppure che la loro gestione avvenga attraverso una diverso accordo tra le parti.

  • Nel caso in cui le scorte siano incluse nell'affitto, le stesse dovranno essere elencate nell'inventario iniziale (tra i beni materiali) e l'affittuario è obbligato a mantenerne una normale dotazione per non ridurre l'efficenza del ciclo aziendale.
  • La previsione di una regolamentazione separata per le scorte di magazzino può essere utile, invece, quando si vogliono regolare con estrema precisione aspetti quali i livelli minimi di mantenimento, i metodi di calcolo del valore delle scorte etc. ai fini della redazione dell'inventario finale.

Come può essere garantito il proprietario quando affitta la sua azienda?

Il proprietario di un'azienda in affitto può tutelarsi attraverso tre differenti strumenti:

  • assicurazione: l'affittuario si obbliga a stipulare, a proprie spese, un'apposita polizza assicurativa a copertura dei danni che potrebbero subire i beni aziendali o le persone nel corso dell'affitto (ad esempio, a causa di furti, danneggiamenti o incendi).

Inoltre, a tutela dell'adempimento degli obblighi contrattuali può essere utile che il proprietario richieda all'affittuario:

  • una cauzione: e cioè, il versamento di una somma vincolata a copertura di violazioni contrattuali non troppo gravi (es. mancato pagamento di un solo canone). Tale somma verrà restituita al termine dell'affitto, una volta che il proprietario abbia verificato il rispetto degli obblighi contrattuali;
  • una fidejussione: e cioè, una garanzia rilasciata, in favore del proprietario, da una banca (c.d. terzo fidejussore) per le ipotesi di violazione degli obblighi contrattuali più gravi (es. mancato pagamento di più canoni, mancata riconsegna dell'azienda alla scadenza dell'affitto etc.). In questi casi, il proprietario potrà rivolgersi, oltre che all'affittuario, anche alla banca per pretendere quanto gli è dovuto.

Crea il tuo documento in minuti con la nostra intervista guidata
CREA IL TUO DOCUMENTOCREA IL TUO DOCUMENTO
Crea il tuo documento in minuti con la nostra intervista guidata
CREA IL TUO DOCUMENTOCREA IL TUO DOCUMENTO