Come determinare il periodo di conservazione dei dati?

Come determinare il periodo di conservazione dei dati?

Dovrai indicare per ogni finalità il periodo di conservazione dei dati. È importante infatti assicurarsi che i dati vengano conservati solo per il minimo necessario per ogni trattamento e che sia sempre previsto un termine. I dati non potranno essere trattenuti oltre il periodo stabilito.

Le ragioni di questi obblighi sono fondate sul principio di minimizzazione dei dati secondo cui i dati devono essere adeguati, pertinenti e limitati a quanto necessario rispetto alle finalità per le quali sono trattati.

In virtù del principio di esattezza è invece necessario verificare che i dati raccolti siano corretti e sempre aggiornati. È necessario infatti che vengano adottate tutte le misure idonee a cancellare o rettificare tempestivamente i dati eventualmente inesatti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti.

Infine, il principio della limitazione della conservazione impone che i dati personali siano conservati in una forma che consenta l'identificazione degli interessati per un arco di tempo limitato e non superiore al conseguimento delle finalità del trattamento.

I dati personali possono essere conservati per periodi più lunghi solo per fini di archiviazione nel pubblico interesse, di ricerca scientifica o storica o a fini statistici, fatta salva l'attuazione di misure tecniche e organizzative adeguate a tutela dei diritti e delle libertà dell'interessato.

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.
modello
Registro dei Trattamenti dei Dati Personali (GDPR)
Per raccogliere tutte le informazioni relative alla gestione dei dati personali trattati
SCARICA IL TUO DOCUMENTOSCARICA IL TUO DOCUMENTO
Supporto legale completo
Procedura semplice e veloce
Registro dei Trattamenti dei Dati Personali
Personalizzalo in pochi minuti
Il primo documento è gratuito
SCARICA IL TUO DOCUMENTOSCARICA IL TUO DOCUMENTO
SCARICA DOCUMENTOSCARICA DOCUMENTO