Quando si può applicare la cedolare secca per le locazioni commerciali
Quando si può applicare la cedolare secca per le locazioni commerciali

Quando si può applicare la cedolare secca per le locazioni commerciali

La legge di bilancio 2019 (legge 145/2018 art. 59) ha introdotto la possibilità per i proprietari o titolari di un diritto reale di godimento (es. usufrutto) di optare per il regime della cedolare secca per i redditi da locazione commerciale. Tale regime, tuttavia, è stato abrogato dalla legge di bilancio del 2020. Pertanto, la cedolare secca non potrà più essere applicata per le locazioni stipulate dal 2020 in poi.

La cedolare secca è un regime facoltativo che permette di applicare un’imposta sostitutiva dell’Irpef (la cui aliquota minima è del 23%) pari al 21% sul canone di locazione annuo. La cedolare secca per locazioni commerciali può essere scelta solo per i contratti di locazione stipulati nel 2019 e per le sue proroghe (6+6 o 9+9).

Possono essere assoggettati alla cedolare secca SOLO i canoni di locazione derivanti dagli immobili commerciali classificati nella categoria catastale C/1 (negozi e botteghe) con una superficie fino a 600 metri quadrati, escluse le pertinenze.

Tale regime non è applicabile ai contratti stipulati nell’anno 2019, qualora alla data del 15 ottobre 2018 risulti in corso un contratto non scaduto, tra i medesimi soggetti e per lo stesso immobile, interrotto anticipatamente rispetto alla scadenza naturale.

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.
modello
Contratto di Locazione Commerciale
Per affittare un immobile per scopi commerciali (qualsiasi uso diverso da quello abitativo)
SCARICA IL TUO DOCUMENTOSCARICA IL TUO DOCUMENTO
Supporto legale completo
Procedura semplice e veloce
Contratto di Locazione Commerciale
Contratto di Locazione Commerciale
Personalizzalo in pochi minuti
Il primo documento è gratuito
SCARICA IL TUO DOCUMENTOSCARICA IL TUO DOCUMENTO
SCARICA DOCUMENTOSCARICA DOCUMENTO