Quando si può applicare la cedolare secca per le locazioni commerciali

La legge di bilancio 2019 (legge 145/2018 art. 59) ha introdotto la possibilità per i proprietari o titolari di un diritto reale di godimento (es. usufrutto) di optare per il regime della cedolare secca per i redditi da locazione commerciale.

La cedolare secca è un regime facoltativo che permette di applicare un’imposta sostitutiva dell’Irpef (la cui aliquota minima è del 23%) pari al 21% sul canone di locazione annuo.

Possono essere assoggettati alla cedolare secca SOLO i canoni di locazione derivanti dagli immobili commerciali classificati nella categoria catastale C/1 (negozi e botteghe) con una superficie fino a 600 metri quadrati, escluse le pertinenze.

Tale regime non è applicabile ai contratti stipulati nell’anno 2019, qualora alla data del 15 ottobre 2018 risulti in corso un contratto non scaduto, tra i medesimi soggetti e per lo stesso immobile, interrotto anticipatamente rispetto alla scadenza naturale.

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.
modello
Contratto di Locazione Commerciale
Per affittare un immobile per scopi commerciali (qualsiasi uso diverso da quello abitativo)
Su LexDo.it puoi creare documenti e contratti personalizzati in pochi minuti
Rispondi a poche semplici domande e scarica subito il tuo documento a norma
Il primo documento è gratuito.
Provalo subito!
Contratto di Locazione Commerciale
Personalizzalo in pochi minuti
Il primo documento è gratuito
SCARICA IL TUO DOCUMENTOSCARICA IL TUO DOCUMENTO
SCARICA DOCUMENTOSCARICA DOCUMENTO