DOMANDE FREQUENTI
Liberatoria Fotografica e per Riprese Video (Image Release Form)

INDICE
•  Il diritto di cronaca mi autorizza a pubblicare immagini di minori?
•  La liberatoria per immagini può essere revocata?
•  Posso ottenere una liberatoria di immagini per un minore (anche a pagamento)?

Il diritto di cronaca mi autorizza a pubblicare immagini di minori?

Il diritto di cronaca non consente sempre la divulgazione e la riproduzione di immagini che raffigurano minorenni. In particolare, la pubblicazione di foto o video di minori deve avvenire nel rispetto della Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia  e più in generare dei principi contenuti nella nostra Costituzione in materia di interesse del minore alla riservatezza.

È infatti vietato fotografare minorenni e pubblicarne le foto senza il consenso dei genitori o di chi ne fa le veci, in particolare quando ciò comporta l'interferenza arbitraria nella sua vita privata e in quella della sua famiglia. Il diritto di cronaca deve soccombere dinnanzi al più importante diritto alla riservatezza del minore. Questa regola subisce però un'eccezione quando la pubblicazione avviene per ragioni di interesse pubblico (ad esempio se la persona ritratta è un personaggio noto oppure se l'immagine è collegata ad eventi pubblici) oppure in condizioni in cui il volto sia censurato oppure non riconoscibile.

Lo sfruttamento delle foto o video dei minori è tuttavia sempre escluso quando provoca pregiudizio all’onore, alla reputazione o al decoro della persona ritratta. Inoltre, le regole della legislazione nazionale e internazionale vengono di volta in volta applicate dalla giurisprudenza che può riconoscere come prevalente l'interesse del minore o del pubblico a seconda del caso specifico.

La liberatoria per immagini può essere revocata?

La liberatoria fotografica o video può essere essere revocata in qualsiasi momento dal soggetto ritratto con comunicazione scritta da inviare tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo del fotografo oppure del committente.

Viene sempre fatto salvo però il diritto al risarcimento del danno eventuale subito dal committente o dal fotografo nel caso in cui la liberatoria sia stata ottenuta a fronte di un pagamento. Il committente potrà infatti richiedere il rimborso del corrispettivo ma anche il risarcimento per eventuali ulteriori danni subiti (es. nel caso in cui l'immagine sia stata usata per la copertina di un libro che è già stato mandato in stampa).

Posso ottenere una liberatoria di immagini per un minore (anche a pagamento)?

È possibile ottenere una liberatoria fotografica o video di un soggetto minorenne a condizione che vengano rispettati i limiti imposti dalla legge. La Convenzione di New York del 1989 vieta di fotografare o riprendere in video e pubblicare le foto o i video di minori senza il consenso, ma il soggetto che non ha ancora raggiunto la maggiore età non potrà autorizzare autonomamente la pubblicazione e riproduzione delle immagini che lo ritraggono. L'autorizzazione potrà essere rilasciata quindi solo dai genitori o da chi ne fa le veci (ad esempio un tutore) per garantire la massima tutela del minore.

In ogni caso, la pubblicazione di foto o video di un minorenne dovrà essere non lesivo della sua dignità personale, decoro e reputazione e potrà essere revocata in qualsiasi momento senza alcun preavviso.

Particolarmente delicato è il caso in cui lo sfruttamento dell'immagine di un minorenne sia a pagamento. In questo caso non sarà sufficiente l'autorizzazione dei genitori o del tutore ma sarà necessaria un'ulteriore autorizzazione da parte del giudice tutelare. Saranno quindi necessari:

  • liberatoria di immagini: rilasciata esclusivamente dai genitori, da un tutore o da chi fa le veci del minore
  • autorizzazione del giudice tutelare: necessaria nel caso in cui sia previsto il versamento di una somma di denaro per il minore in modo da verificare che la richiesta sia negli interessi del minore

In particolare, quando l'uso delle immagini è per scopi commerciali, i soggetti che esercitano la responsabilità genitoriale non possono riscuotere i soldi spettanti al minore, senza prima aver ottenuto l'autorizzazione di un giudice tutelare. In questo caso, è necessario presentare un'istanza al Tribunale dei Minori, a seguito della quale il giudice tutelare potrà autorizzare o rigettare la richiesta, valutandola esclusivamente negli interessi del minore.

Crea il tuo documento in minuti con la nostra intervista guidata
CREA IL TUO DOCUMENTOCREA IL TUO DOCUMENTO
Crea il tuo documento in minuti con la nostra intervista guidata
CREA IL TUO DOCUMENTOCREA IL TUO DOCUMENTO