Questo documento è una variante del documento “CONTRATTO DI REALIZZAZIONE D'OPERA

Informazioni su questo Documento Legale

20-3-2017
Ultimo Aggiornamento
9 Minuti
Creazione semplice e veloce
Supporto fino alla firma
Guida adempimenti successivi
Cos’è il contratto di sviluppo software o sito web – Introduzione

Con un contratto di sviluppo di software, siti web o app un committente affida ad un fornitore la realizzazione di programmi per sistemi informatici di qualsiasi genere in cambio di un corrispettivo. Il fornitore si impegna a creare il software secondo le specifiche tecniche fornite dal committente, organizzando in modo autonomo i mezzi necessari e impegnandosi a portare a termine l’incarico a proprio rischio.

Nell'ordinamento italiano non esiste una tipologia di contratto specifica per il software, che ricade quindi nella categoria dei contratti per la realizzazione di opere intellettuali. A seconda della tipologia di fornitore che realizzerà l'opera il contratto sarà una prestazione d'opera (per persone fisiche, professionisti o ditte individuali) oppure un appalto d'opera (se il fornitore è una società).

Il fornitore, se persona fisica, non è un dipendente del committente e non deve essere soggetto a nessun vincolo di subordinazione nei suoi confronti: la gestione del tempo e le modalità di organizzazione per l'esecuzione del software sono da lui liberamente determinate, nei limiti delle istruzioni ricevute dal committente.

Quando si usa un contratto per il software o i siti web

Realizzare un software o un sito web è un'attività particolarmente delicata. Trattandosi di un opera intellettuale e intangibile sarà cruciale stabilire delle specifiche tecniche precise e chiare, che descrivano l'opera in modo puntuale per evitare future controversie. La creazione di un documento che definisca il più possibile le caratteristiche del software, infatti, è essenziale per iniziare un nuovo progetto.

La determinazione delle specifiche può risultare complessa in situazioni in cui non siano chiari fin da subito i requisiti e i dettagli definitivi del sistema da realizzare. La soluzione che normalmente viene adottata in questi casi consiste nell’utilizzo di disegni, schemi e mockup commentati per descrivere quale dovrà essere il risultato finale da ottenere. Questi documenti possono essere inclusi come allegati al contratto, per permettere alle parti di definire il lavoro da svolgere in modo più snello senza elaborare complesse descrizioni testuali.

Altra questione cruciale per il software e il web è la necessità di regolare gli aspetti legati alla proprietà intellettuale, alla riservatezza e all'esclusiva. In molti casi sarà necessario che il contratto assicuri che la proprietà del codice sorgente prodotto venga trasferita al committente e che il fornitore sia vincolato da opportune clausole di riservatezza e di esclusiva per garantire che il committente abbia modo di utilizzare e controllare interamente il prodotto finale.

Una terza peculiarità di questo tipo di contratto è rappresentata dal fatto che esso è pensato per commissionare un software definito, che deve essere descritto a priori e specificamente individuato, e che dovrà essere consegnato entro un certo termine fissato dalle parti. Non deve essere invece utilizzato per la fornitura di un servizio continuativo, che riguarda prestazioni che si protraggono nel tempo e che non prevedono una consegna finale. Alcuni esempi di attività di questo tipo possono essere la manutenzione di un software, l'assistenza tecnica o il bugfixing continuativo. In questi casi sarà opportuno utilizzare un contratto di fornitura di servizi, che potrà meglio regolare il rapporto continuativo tra le parti.

Cosa contiene il contratto di sviluppo di software

Il nostro contratto per il software e il web soddisfa tutti i requisiti legali. Le principali clausole riguardano:

  • L'oggetto: la descrizione del software, che può includere eventuali allegati, disegni e specifiche tecniche aggiuntive.
  • Il corrispettivo: la possibilità di indicare corrispettivi fissi o orari, con eventuali anticipi e pagamenti scaglionati nel tempo.
  • L’inizio e la consegna: può essere fissata una data di inizio dei lavori, e dovrà sempre essere indicato un termine di consegna.
  • Le penali: l’opzione di inserire una penale in caso di ritardo nella consegna.
  • I rimborsi spese: per particolari costi sostenuti dal fornitore.
  • Il periodo di verifica o collaudo: in cui il committente controlla la corretta esecuzione del software.
  • L’esclusiva: per vincolare il fornitore a non entrare in affari con i concorrenti del committente.
  • La riservatezza: per impedire al fornitore di divulgare informazioni riservate.
  • La proprietà intellettuale: per gestire i diritti di proprietà intellettuale del software e del suo codice sorgente.
  • Il subappalto: per scegliere se autorizzare o meno l’eventuale affidamento dell’opera a terzi.

Inoltre dopo l'acquisto ti guideremo passo per passo attraverso tutti gli adempimenti successivi necessari affinché il tuo documento sia valido ed efficace.

Informazioni necessarie

Per completare il documento sono necessari tutti i dati delle parti.

Il documento può essere modificato gratuitamente in ogni sua parte fino a 1 mese dopo l'acquisto. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione tutte le informazioni durante l’intervista: potrai sempre inserirle in un secondo momento.

Altri documenti utili

CREA IL TUO DOCUMENTOCREA IL TUO DOCUMENTO