Cos'è la garanzia di disponibilità nel lavoro a chiamata?

La garanzia di disponibilità nel lavoro a chiamata consente di poter fare affidamento sul lavoratore tutte le volte in cui il datore abbia necessità. In tal caso, il lavoratore si obbliga a rispondere sempre alla chiamata del datore negli orari concordati e, in cambio della disponibilità data, riceve un'apposito compenso detto indennità.

Se il contratto è senza garanzia di disponibilità, il lavoratore è libero di accettare o meno perché non si è obbligato contrattualmente a rispondere sempre e comunque alla chiamata del datore.

L'indennità di disponibilità è il compenso ulteriore rispetto alla retribuzione che il lavoratore riceve a titolo di corrispettivo per i periodi nei quali si è messo a disposizione del datore. La misura dell'indennità è fissata dai Contratti Collettivi Nazionali (CCNL) e in ogni caso, non può essere inferiore al 20% della retribuzione.

In caso di malattia o di altro evento che renda temporaneamente impossibile rispondere alla chiamata, il lavoratore dovrà darne tempestiva comunicazione al datore e non avrà diritto di percepire l'indennità di disponibilità per tutta la durata dell’impedimento. In caso di mancata comunicazione dell'impossibilità di lavorare, il lavoratore perderà il diritto all'indennità per un periodo di 15 giorni.

Hai ancora domande? Richiedi una consulenza per parlare con un avvocato o contatta il supporto in chat.
modello
Contratto di Lavoro a Chiamata (Intermittente)
per esigenze di lavoro intermittente
Su LexDo.it puoi creare documenti e contratti personalizzati in pochi minuti
Rispondi a poche semplici domande e scarica subito il tuo documento a norma
Il primo documento è gratuito.
Provalo subito!
Contratto di Lavoro a Chiamata (Intermittente)
Personalizzalo in pochi minuti
Il primo documento è gratuito
SCARICA IL TUO DOCUMENTOSCARICA IL TUO DOCUMENTO
SCARICA DOCUMENTOSCARICA DOCUMENTO