Questo documento è una variante del documento “CONTRATTO DI LICENZA D'USO

Informazioni su questo Documento Legale

30-11-2017
Ultimo Aggiornamento
6 Minuti
Creazione semplice e veloce
Supporto fino alla firma
Guida adempimenti successivi
Cos’è il Contratto di Licenza di Marchio - Introduzione

Con il Contratto di Licenza di Marchio il titolare di un segno distintivo (licenziante) consente ad un altro soggetto (licenziatario) di utilizzare il proprio marchio per contraddistinguere prodotti o servizi a fronte di un compenso fisso o calcolato sulle vendite (royalty).

Il titolare mantiene sempre la proprietà del marchio e il licenziatario può utilizzarlo in base alle condizioni stabilite. Questo permette al titolare di sfruttare economicamente il prestigio del proprio segno distintivo o di estendere la propria offerta commerciale a nuovi territori o a nuove tipologie di prodotti o servizi. Il licenziatario potrà invece avviare la sua attività o accrescerla sfruttando la notorietà del brand ottenuto in licenza.

Quando si usa la Licenza di Marchio

La licenza di Marchio viene principalmente utilizzata da chi vuole sfruttare il proprio marchio per accedere a nuovi mercati tramite partner commerciali o altri imprenditori. Per questo motivo spesso ritroviamo la licenza di marchio insieme a contratti commerciali più complessi, come ad es. gli accordi di franchising, i contratti di distribuzione commerciale, etc.

Ad esempio, le società di produzione cinematografica concedono in licenza i loro marchi nei settori dell'abbigliamento o dei giocattoli per finalità di marketing. Le società di moda concedono l'uso dei loro marchi per affidare la produzione di profumi, orologi e occhiali ad aziende specializzate oppure per penetrare un mercato in cui non hanno ancora l’organizzazione e l’esperienza.

Il segno distintivo dato in licenza può essere sia un marchio registrato sia un marchio non registrato. Il licenziatario può infatti avere interesse a dare in licenza un marchio per il quale è stata o sarà presentata una domanda di registrazione.

La Licenza può essere concessa in esclusiva, quando solo il licenziatario può utilizzare il marchio, o senza esclusiva quando il licenziante può nominare altri licenziatari e/o usare in proprio il marchio. È importante segnalare che i licenziatari che producono gli stessi prodotti o servizi del titolare sono sempre obbligati a produrre beni di uguale qualità a quelli messi in commercio dal titolare del marchio. Questo per evitare di confondere il consumatore finale con prodotti all'apparenza simili ma di qualità diversa.

Prima di concludere una Licenza di Marchio, si consiglia di fare una due diligence sul marchio per verificare l'effettiva titolarità del marchio, l'esistenza di opposizioni o contestazioni o rilievi pendenti, la regolarità amministrativa (ad esempio sequestri sul marchio), etc.

Cosa contiene la Licenza di Marchio

La nostra Licenza soddisfa tutti requisiti legali. Le principali clausole incluse riguardano:

  • Oggetto: l’indicazione di quale marchio viene dato in licenza.
  • Limiti d'uso: cosa autorizza la licenza e per quali prodotti e/o servizi può essere utilizzata. La licenza può esser totale, ossia concessa per tutti i tipi di prodotti e/o servizi per il quale il marchio è registrato, oppure solo per determinati prodotti e/o servizi.
  • Territorio: si può limitare la licenza a un dato territorio.
  • Esclusiva: la possibilità di concedere la proprietà intellettuale in esclusiva ad un solo licenziatario.
  • Corrispettivo: la possibilità di concedere licenza gratuita di marchio o la scelta di un compenso fisso e/o una royalty basata sulle vendite. Inoltre è possibile pattuire una royalty minima, da corrispondere a prescindere dal volume di vendite realizzato.
  • Durata: la licenza può avere durata illimitata con possibilità di revoca oppure può essere stabilita una durata determinata.
  • Obblighi del licenziatario: dovranno essere rispettati gli standard qualitativi legati al marchio, non si dovrà ledere il prestigio del titolare, etc.
  • Verifiche e controlli del licenziante: la possibilità per il titolare di ispezionare le operazioni del licenziatario nella produzione di beni o servizi contraddistinti dal marchio.
  • Protezione del marchio: il comportamento che le parti devono adottare in caso di contraffazioni e le forme di collaborazione tra le parti.
  • Cessazione della Licenza: si può scegliere entro quanto tempo dallo scioglimento del contratto il licenziatario sia tenuto a cessare l’utilizzo del marchio, eliminando dal mercato i relativi prodotti.
  • Risoluzione anticipata: il titolare potrà sciogliere la licenza in caso di un evento che non consenta la prosecuzione del rapporto.

Inoltre, dopo l'acquisto ti guideremo passo dopo passo attraverso tutti gli adempimenti successivi necessari affinché la tua Licenza sia regolarmente costituita.

Informazioni necessarie

Per completare il documento sono necessari tutti i dati delle parti.

Il contratto può essere modificato gratuitamente in ogni sua parte fino a 1 mese dopo l'acquisto. Non preoccuparti quindi se non hai a disposizione tutte le informazioni durante l’intervista: potrai sempre inserirle in un secondo momento.

Altri nomi

  • Contratto di Licenza d'Uso: per utilizzare un diritto di proprietà intellettuale qualsiasi
  • Licenza di un Logo, brand, simbolo, contrassegno o segno distintivo

Altri documenti utili

CREA IL TUO DOCUMENTOCREA IL TUO DOCUMENTO