Differenza tra contratto di consulenza e contratto di agenzia

Vuoi incrementare le vendite e reperire nuovi clienti per la tua impresa? Per scegliere il contratto più adatto è importante conoscere la differenza tra contratto di consulenza e contratto di agenzia. La consulenza si usa per ricevere pareri e consigli di un soggetto esterno, mentre l'agenzia per incaricare un soggetto di promuovere la vendita di prodotti o servizi per conto dell'impresa. Ti aiuteremo a capire quale contratto utilizzare nel tuo caso e a chi rivolgerti!

Differenza tra contratto di consulenza e contratto di agenzia

Cos’è il contratto di consulenza?

Il contratto di consulenza regola il rapporto tra un committente e un fornitore che svolge un’attività di consulenza di qualsiasi tipo. Il consulente svolgerà la propria prestazione secondo le indicazioni ricevute e organizzando il lavoro in modo autonomo. Il contratto di consulenza è un nome improprio spesso usato per riferirsi ai contratti d’appalto o di prestazione d’opera e di servizio.

Questo contratto può essere usato per incaricare un consulente commerciale dello sviluppo di nuove strategie di vendita e di marketing per il committente. In questo caso, si parla spesso di contratto di consulenza professionale oppure di contratto di consulenza commerciale. L’attività di consulenza commerciale si usa, ad esempio, per ricevere indicazioni su come ottimizzare la distribuzione e il posizionamento dei prodotti o dei servizi venduti.

L’attività di consulenza viene svolta con il coordinamento del committente. Tuttavia, il consulente non è un dipendente ma un collaboratore esterno. La consulenza può essere svolta sia da una società (contratto di appalto d’opera o appalto di servizio) sia da un professionista o da un freelance (contratto di prestazione d’opera o prestazione di servizio). In entrambi i casi, si parla genericamente di contratto di consulenza commerciale e marketing.

Cos’è il contratto di agenzia?

Il contratto di agenzia regola il rapporto tra un’azienda e un soggetto (agente) incaricato di vendere i prodotti o servizi dell’azienda in cambio di una provvigione. Si tratta di un contratto che deve essere usato quando il soggetto incaricato ha l’obiettivo di procurare vendite all’azienda. L’agente non svolge una consulenza, ma ha l’obbligo di promuovere la vendita di prodotti e servizi per conto dell’azienda che lo ha incaricato.

Questo contratto viene usato dall’azienda per conferire il mandato di agenzia all’agente e regolare il rapporto con quest’ultimo. L’agente può concludere direttamente gli affari con i clienti (agente con rappresentanza) oppure limitarsi alla promozione dei prodotti e servizi (agente senza rappresentanza). Il contratto di agenzia può essere usato solo per affidare le vendite di un’azienda in modo stabile ad un agente, in caso di incarichi occasionali si usa un contratto per procacciatore di affari.

Differenza tra contratto di consulenza e contratto di agenzia

La differenza tra contratto di consulenza e contratto di agenzia consiste nel tipo di attività svolta. In particolare, il consulente si limita a dare consigli sulle strategie di vendita e fare consulenza sulle politiche commerciali dell’impresa. L’agente, invece, è un intermediario tra l’impresa e il cliente finale e agisce per conto dell’impresa.

Un’altra differenza tra le due figure, è la modalità di remunerazione e il rischio d’impresa che il consulente e l’agente si assumono. Il consulente viene pagato per l’attività svolta e percepisce, in genere, una quota fissa a prescindere dai risultati conseguiti e una quota variabile al raggiungimento degli obiettivi commerciali. L’agente, invece, corre il rischio del mancato guadagno della provvigione nel caso in cui non realizzi le vendite.

I nostri contratti di consulenza e di agenzia

Una volta compresa la differenza tra contratto di consulenza e contratto di agenzia, su LexDo.it potrai creare il contratto che fa per te in pochi minuti. Basterà rispondere a poche semplici domande per generare il contratto personalizzato per le tue esigenze:

CONTRATTO DI CONSULENZA o CONSULENZA CONTINUATIVA: per commissionare una consulenza di qualsiasi genere sia continuativa che non continuativa

CONTRATTO DI AGENZIA: per incaricare un agente di vendere regolarmente i prodotti o i servizi di un’azienda