Obbligo di tracciabilità delle somme che transitano dai Notai

notaio


Il maxiemendamento del governo approvato al Senato obbliga alla tracciabilità delle somme che transitano negli studi notarili.

Il prezzo degli onorari per i Notai dovuti in occasione di contratti di compravendita di immobili o aziende e gli onorari e i rimborsi spese e tributi di cui il notaio sia sostituto d’imposta devono transitare nei conti bancari creati appositamente, come pure le somme affidate al notaio, comprese quelle dovute a titolo di imposta in relazione a dichiarazioni di successione.

Tali importi depositati presso il conto dedicato costituiscono patrimonio separato.

Queste somme pertanto non solo saranno escluse dalla successione del notaio, ma saranno del tutto impignorabili.

Le PMI beneficeranno dei conti dedicati in quanto gli interessi sulle somme depositate, al netto delle spese di gestione del servizio, saranno finalizzate a rifinanziare i fondi di credito agevolato.

Autore: Antonio Ciccia

Fonte: Italia Oggi, pag. 26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *