Le 6 cose da fare prima di comprare casa

Le 6 cose da fare prima di comprare casa

Prima di comprare casa è sempre opportuno prendere informazioni sul bene da acquistare e sul suo proprietario per evitare amare sorprese.

Ecco cosa fare prima di comprare casa:

1. Verifica della proprietà
Appurare che il soggetto che propone in vendita l’immobile sia realmente il proprietario e che non vi siano ulteriori proprietari (per esempio cointestazione dell’immobile con il con il coniuge).
Per fare ciò, si deve richiedere al venditore copia della documentazione riguardante l’immobile, e precisamente:

  • contratto di acquisto o altro titolo da cui derivi la proprietà,
  • licenza o concessione edilizia e eventuale condono edilizio,
  • certificato di abitabilità,
  • APE (attestato di certificazione energetica da produrre obbligatoriamente fin dall’inizio delle trattative e da allegare al rogito a pena di nullità dell’atto di compravendita),
  • se necessario, la dichiarazione del venditore che l’immobile è stato costruito prima del ’67,
  • le eventuali varianti edilizie.

2. Verifica di ipoteche e gravami
Controllare presso la Conservatoria dei registri immobiliari (catasto) della provincia in cui si trova l’immobile se ci siano iscrizioni ipotecarie o gravami a carico dell’immobile che si intende acquistare. Infatti, è possibile che il proprietario abbia avuto necessità di ottenere un finanziamento dalla banca e sia stata iscritta un’ipoteca sull’immobile. In tal caso, qualora procedessimo ugualmente nell’acquisto, potremmo rischiare di perdere l’immobile se il proprietario non pagasse i propri debiti.

3. Verifica dei vincoli (servitù, usufrutto, ecc.)
Sempre in Conservatoria fare una verifica sull’esistenza di eventuali vincoli (per esempio servitù di passo alla vicina di casa, usufrutto alla nonna) che gravano sulla casa.
La ricerca in Conservatoria va fatta compilando un modulo inserendo il nome del proprietario da consegnare all’ufficio oppure online collegandosi a http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/home, cliccare su “Agenzia del Territorio”, poi su “Visure Catastali” nella colonna “Privati”.

4. Verifica del regolamento condominiale e pagamento spese condominiali
Se si intende acquistare un appartamento in un condominio, visionare attentamente il regolamento condominiale che potrebbe contenere divieti o limitazioni sgraditi.
Inoltre, è sempre bene controllare che il proprietario abbia pagato le spese condominiali, poiché l’acquirente è solidalmente responsabile con il vecchio proprietario per le spese non pagate.
Ricordarsi poi di comunicare all’amministratore del condominio il subentro nell’immobile, al fine di partecipare all’assemblea dei condomini.

5. Verifica del pagamento imposte
Recarsi presso l’Agenzia delle Entrate per controllare che il proprietario abbia pagato tutte le imposte sui redditi immobiliari. Il Fisco ha un privilegio sull’immobile nel caso in cui il contribuente non abbia pagato le tasse.

6. Verifica della documentazione edilizia nel caso di acquisto da costruttore
Se si intende acquistare una casa da un costruttore è opportuno andare in Comune per appurare che il costruttore abbia ottenuto la concessione edilizia e la costruzione sia conforme oppure farsi consegnare copia concessione edilizia, la copia del certificato di abitabilità, le eventuali varianti edilizie.

Questi i nostri modelli di contratto relativi alla compravendita della casa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *