Differenze Tra Lettera di Assunzione e Contratto di Lavoro

Differenze Tra Lettera di Assunzione e Contratto di Lavoro

Spesso ci si chiede quali siano le differenze tra un contratto di lavoro e una lettera di assunzione. La domanda è però fuorviante, dal momento che si tratta di due nomi diversi per chiamare lo stesso documento.

 

LA FORMA DEL CONTRATTO DI LAVORO

Per legge il contratto di lavoro non è obbligatorio in forma scritta (ex art.1350 c.c.). Questo significa che il rapporto di lavoro può essere costituito anche oralmente o semplicemente iniziando a lavorare presso un’azienda (anche senza aver firmato nessun tipo di documento!).

La forma scritta è però necessaria in alcuni casi. Esistono infatti alcune informazioni essenziali che il datore di lavoro deve dare sempre per iscritto al lavoratore o incorrerà in sanzioni amministrative (ma la mancanza non determina la nullità del contratto), e per alcune clausole particolari del rapporto di lavoro (come ad esempio l’apposizione di un termine, il patto di non concorrenza, il periodo di prova) sarà sempre necessario utilizzare la forma scritta, altrimenti la pattuizione è nulla.

 

LETTERA DI ASSUNZIONE O CONTRATTO DI LAVORO?

In genere sarà quindi sempre necessario e opportuno consegnare un documento scritto al lavoratore che contenga tutte le informazioni obbligatorie per legge, le eventuali pattuizioni aggiuntive desiderate e sarà possibile intitolarlo liberamente. Non ci sarà nessuna differenza quindi tra l’utilizzo del termine lettera di assunzione, contratto di lavoro, o qualsiasi altra denominazione nel titolo, e si potrà utilizzare qualsiasi forma del testo purché le informazioni contenute siano corrette.

La confusione nasce spesso proprio da questo fatto. In alcuni casi viene utilizzata una forma epistolare per il documento che viene consegnato al lavoratore, che viene quindi spesso intitolato “lettera di assunzione.” Nei casi invece in cui si utilizza una forma più simile a quella di un contratto (ad esempio con firma delle parti alla fine) il titolo più utilizzato in genere sarà “contratto di assunzione.” Tuttavia, questa distinzione è irrilevante. Nulla vieta di definire un documento in forma epistolare “contratto di assunzione” (o qualsiasi altro nome) e viceversa. Da un punto di vista giuridico, per un’assunzione la forma del documento consegnato al lavoratore non avrà effetti sulla validità del rapporto e non vi sarà differenza quindi tra una “lettera,” o un “contratto”!

 

COME EVITARE ERRORI E SANZIONI

Il modo migliore per evitare di incorrere in sanzioni o di stipulare contratti non validi è di utilizzare sempre contratti di lavoro aggiornati alle ultime normative e personalizzati per le proprie necessità. Il nome del documento non inciderà sulla validità del rapporto di lavoro, ma alcuni errori o omissioni nel testo del contratto potrebbero comportare conseguenze onerose e potenzialmente anche gravi per entrambi le parti (ma principalmente per il datore di lavoro).

 

I nostri contratti di lavoro

Scarica subito un contratto di lavoro personalizzato per le tue esigenze semplicemente rispondendo a poche semplici domande guidate:

CONTRATTO DI LAVORO PER DIPENDENTI

CONTRATTO DI LAVORO PER DIRIGENTI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *