Come si calcola la superficie dell’immobile per accedere alle agevolazioni “prima casa”?

prima casa 2


Sapere come si calcola l’esatta superficie dell’immobile in cui si vive è importante per usufruire delle agevolazioni “prima casa”.

Per calcolare la superficie dell’immobile e accedere alle agevolazioni “prima casa” la norma da applicare è l’art. 6 del D.M. 2 agosto 1969 che stabilisce che vengono qualificate abitazioni di lusso, le unità immobiliari “aventi superficie utile complessiva superiore a mq. 240 (esclusi i balconi, le terrazze, le cantine, le soffitte, le scale e posto macchine)”.

La Corte di Cassazione in una recente sentenza (1) ha interpretato tale norma escludendo dal computo della superficie dell’immobile (che comprende anche i muri perimetrali e quelli divisori) indicata nell’atto di acquisto solo i citati ambienti (i balconi, le terrazze, le cantine, le soffitte, le scale e posto macchine) e non l’intera superficie non calpestabile.

Pertanto, per calcolare a quanto ammonta la superficie si dovrà conteggiare la zona interna dell’immobile, compresi i muri perimetrali, i tramezzi interni, la zona camino.

Il criterio di computo della superficie non è dunque quello della calpestabilità.

(1) (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 21287 del 18 settembre 2013)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *