Body rental illegale? Appalto e somministrazione illecita di manodopera

Quando un contratto è body rental illegale? Tutte le regole sulla somministrazione di manodopera e sull'appalto lecito.

Body rental illegale? Appalto e somministrazione illecita di manodopera

Cos’è il body rental?

Il body rental (o somministrazione di manodopera) si verifica quando un’impresa ne paga un’altra per utilizzare i suoi lavoratori dipendenti. Quest’attività è anche detta “intermediazione di manodopera” e consente alla società di “affittare” il lavoro del dipendente senza assumerlo direttamente.

Il lavoratore viene così messo a disposizione di un soggetto diverso da chi lo ha assunto. Il datore di lavoro si limiterà a retribuire il lavoratore mentre l’attività del dipendente verrà organizzata e gestita da un soggetto terzo (l’utilizzatore della manodopera).

Ad esempio, si parla di body rental quando un’azienda paga un’altra per avere un lavoratore aggiuntivo durante un periodo di maggiore attività. L’azienda vuole dirigere il dipendente come se fosse proprio ma il lavoratore è assunto dall’altra azienda.

Quando si parla di body rental illegale…

In Italia, la somministrazione di lavoro è legale solo a determinate condizioni. Gli unici soggetti autorizzati a fare somministrazione sono le agenzie per il lavoro abilitate (D.Lgs. n. 276/03). Per ottenere l’autorizzazione e diventare un’agenzia per il lavoro sono necessari stringenti requisiti (es. l’indicazione della somministrazione di lavoro come oggetto sociale prevalente, un capitale sociale minimo di € 600.000 e un deposito cauzionale di € 350.000). Al di fuori di queste ipotesi, la somministrazione di manodopera è illecita (body rental illegale).

I soggetti non abilitati (es. le società private) non potranno quindi mettere a disposizione i propri lavoratori a soggetti terzi, pena l’applicazione di pesanti sanzioni. Infatti, il Decreto Dignità (legge n. 96/2018) ha reintrodotto il reato di somministrazione fraudolenta di manodopera che si verifica in caso di violazione del divieto.

Si vuole in questo modo evitare che un’azienda lucri sul lavoro dei propri dipendenti. Infatti, il body rental illegale non garantisce le necessarie tutele e avviene al di fuori dei limiti di legge come nel caso del “caporalato“(sfruttamento illegale e a basso costo della manodopera agricola).

…e quando invece l’appalto è lecito

Non si tratta di body rental illegale se un’azienda invia i propri lavoratori presso un’altra per eseguire un contratto di appalto.

Con questo contratto un committente affida l’esecuzione di un’opera o di un servizio ad un fornitore che si assume il rischio della sua realizzazione organizzando le risorse e i mezzi necessari. L’oggetto del contratto non è la fornitura di una prestazione lavorativa (o di personale), ma la realizzazione di un’opera o di un servizio. Il fornitore può inviare il proprio personale presso il committente che però non può dirigerli o dar loro ordini.

Ad esempio, si parla di appalto lecito quando il fornitore si impegna a realizzare un muro per il committente e gestisce in piena autonomia i propri lavoratori e i mezzi utilizzati (es. attrezzature e macchinari). Diversamente, ci si trova di fronte ad un appalto illecito quando vengono forniti al committente solo i lavoratori.  In questo il fornitore non esercita alcun potere direttivo o organizzativo sui propri dipendenti che sono invece gestiti direttamente dal committente.

I nostri documenti per appalto d’opera e di servizio

Su LexDo.it potrai creare contratti di appalto d’opera e di servizio, a norma di legge e in pochi minuti. Basterà rispondere a poche semplici domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *